Bologna, portapizze rapinato e massacrato in via Paolo Fabbri

Bologna, portapizze rapinato e massacrato in via Paolo Fabbri

L’ultima frontiera della microcriminalità  ha un nome ben preciso: take away.

Ore 23.10, al centralino di una pizzeria in zona Mazzini arriva una telefonata: un italiano ordina due pizze e due kebab, inoltre specifica che avrebbe pagato con una banconota da cento euro.

Ore 23.30, il portapizze giunge in via Paolo Fabbri: ad attenderlo in strada il cliente. Passano pochi istanti, il cliente sottrae gli 80 euro del resto e si dà alla macchia grazie ad un complice che lo attendeva in scooter ad un cinquantina di metri di distanza.

Il pakistano insegue i due furfanti,  una volta raggiunti nasce una violenta colluttazione: il giovane viene sbattuto al suolo e colpito da calci e pugni. Il dipendente della pizzeria è stata salvato pochi minuti dopo dal passaggio di un taxi, che ha prontamente lanciato l’allarme alla polizia. Il 29enne ha riportato ferite lievi a una mano e una contusione alla spalla.

 

APPRFONDIMENTI  Lavoro: le figure professionali piu ricercate secondo LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published.