Barelle utilizzate per fare sesso al Pronto Soccorso del Maggiore

Barelle utilizzate per fare sesso al Pronto Soccorso del Maggiore

Sesso Barelle Ospedale Maggiore

Barelle utilizzate per fare sesso al Pronto Soccorso del Maggiore“. La Lega Nord continua la sua battaglia contro il nosocomio felsineo, reo secondo il ‘Carroccio’ di fornire un confortevole rifugio ad un gruppo di Rom.

La consigliera leghista Mirka Cocconcelli ha rincarato la dose durante il questione time a Palazzo D’Accursio: “Il pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore è ormai in preda di 10-15 Lanzichenecchi, alcuni dei quali pregiudicati. La situazione ormai è insostenibile. Siamo a un punto tale che la mattina i pazienti che arrivano al Pronto soccorso, si stendono su barelle che sono state usate per consumare sesso la notte precedente”.

Le dichiarazioni della Cocconcelli sarebbero avvalorate dalle testimonianze di alcuni ortopedici e radiologi che lavorano all’Ospedale. “Non posso fare i nomi degli ortopedici – prosegue ai microfoni de Il Resto del Carlino Cocconcelli – perché hanno paura della dirigenza dell’azienda, che potrebbe far loro una lettera di richiamo di lesione dell’immagine dell’azienda sanitaria”.

L’esponente del Carroccio, al fine di individuare una soluzione alla falla nella sicurezza dell’Ospedale, propone di “tagliare il premio di risultato del direttore generale Francesco Ripa di Meana“.

APPRFONDIMENTI  Bologna, una famiglia su due non paga il condominio

Leave a Reply

Your email address will not be published.