Il folle gesto di Oscar Pistorius: fatalità o omicidio premeditato?

Il folle gesto di Oscar Pistorius: fatalità o omicidio premeditato?

Il 14 febbraio, San Valentino, è il giorno degli innamorati per eccellenza. Eppure ecco che prontamente si verifica un evento inaspettato, le cui dinamiche non sono ancora chiare, ma certo non sembrerebbe un semplice scherzo del destino.

I protagonisti sono Oscar Pistorius e la compagna Reeva Steenkamp. E’ l’alba, quando la ragazza decide di fare una sorpresa al fidanzato, presentandosi nella casa di Silver Lake, zona residenziale a est di Pretoria, in anticipo per poter festeggiare assieme San Valentino. L’idea si rivela però pessima: l’atleta la accoglie con una scarica di proiettili, convinto, stando a quanto ha detto in seguito, si trattasse di un ladro. Reeva muore sul colpo e Pistorius viene immediatamente portato ad un comando di polizia e ora deve rispondere di omicidio volontario.

Gli agenti riflettono sull’accaduto e non credono alla versione fornita dall’accusato, anche perché già in passato si sono verificati eventi del genere: oltre a numerose denunce per violenze domestiche, il sudafricano avrebbe anche colpito un’ospite sgradita con una porta.

In attesa di ulteriori novità, scossa è la famiglia di lui, che ovviamente spera in una tragica fatalità.

Riccardo Rollo

 

APPRFONDIMENTI  Bologna, la mappa cittadina delle compravendite di abitazioni

Leave a Reply

Your email address will not be published.