Le pagelle di Celtic-Juventus: Conte sogna in grande

Le pagelle di Celtic-Juventus: Conte sogna in grande

FC Juventus - Antonio ConteLa perfezione racchiusa in soli 90 minuti e la partita che non ti aspetti. Tutto perfetto ieri sera per la Juventus, che allontana i cattivi pensieri e liquida lo spauracchio Celtic con un secco 0-3.

L’artefice numero uno dell’impresa è indubbiamente Antonio Conte, che sceglie volutamente di andare contro il suo stile e la sua idea di calcio. La Juve dominatrice, che fa la partita, ieri sera non si è vista: spazio piuttosto a contropiede e all’attesa dell’errore avversario, che arriva in più di un’occasione. Sulla sponda opposta, infatti, sbagliano un po’ tutti: dall’allenatore Lennon, che sceglie di schierare Ambrose, rientrato il giorno stesso dalla coppa d’Africa, in evidente difficoltà psico-fisica, al portiere Forster, assolutamente non all’altezza della fama che si era guadagnato negli ultimi tempi.

Partita già in discesa dopo 3 minuti con Matri, poi al 77′ il raddoppio di Marchisio e all’83’ il gol sicurezza di Vucinic. Monumentale, ieri sera, proprio la coppia Matri-Marchisio, in grado di regalare giocate a tratti brillanti, e di sostituire il nascosto centrocampo juventino, con Pirlo marcato a uomo e Vidal poco propositivo in avanti. E strappa applausi anche il trio difensivo, con un Barzagli dominatore assoluto della difesa, coadiuvato da Bonucci e Caceres. Ecco nel dettaglio le pagelle del match, precedute dai top/flop:

CELTIC

TOP: Brown 6,5: è il migliore dei suoi, l’ultimo ad arrendersi, il cuore pulsante del Celtic. Abbandonato a se stesso, può fare veramente poco. Solitario.

FLOP: Ambrose 4: inguardabile, sbaglia sui tre gol bianconeri e sciupa di testa la grande occasione per riaprire i giochi. Reduce dalla coppa d’Africa. Giustificabile.

Forster 4.5, Lustig 6 (Mattheus 5), Wilson 5, Ambrose 4, Izaguirre 6, Forrest 6, Brown 6,5( Kayal s.v.), Wanyama 5.5, Mulgrew 5, Commons 6 (Watt s.v), Hopper 5.

JUVENTUS

TOP: Barzagli 8: sta vivendo il periodo migliore della sua carriera. Da qualche tempo non sbaglia nulla e dalle sue parti non si passa. Campione del mondo nel 2006, sta emergendo adesso. Monumentale.

FLOP: Vidal 6: a onor del vero è l’unico a non partecipare alla festa dei suoi, ma per una nobile causa: è la diga del centrocampo. Non riesce a proporsi in avanti e la sua partita è tutta relativa alla fase difensiva. Limitato(per giusta causa).

Buffon 6, Caceres 7.5, Bonucci 7, Barzagli 8, Liechsteiner 6.5, Vidal 6, Pirlo 6.5, Marchisio 7, Peluso 7 (Padoin 7), Vucinic 6.5 (Pogba s.v.), Matri 7.5 (Anelka s.v.).

Riccardo Rollo

Leave a Reply

Your email address will not be published.