Bologna, calci e pugni contro l’ex compagna. Voleva impedirle di sposarsi con un altro

In manette, un giovane tunisino, dopo aver aggredito gli agenti della Polfer che avevano soccorso la donna

Bologna, calci e pugni contro l’ex compagna. Voleva impedirle di sposarsi con un altro

BOLOGNA, 22 GENNAIONella notte di venerdì scorso, aggressione nei confronti di una rumena di 32 anni da parte dell’ex compagno, giovane tunisino con precedenti penali per violenza e porto abusivo di armi. Il ventitreenne B.M.I. aveva già procurato delle lesioni alla donna.

L’11 Gennaio si era recato a casa sua per sottrarle il passaporto e i documenti del figlio, così da impedirle il matrimonio con un altro uomo. In seguito era riuscito anche ad appropriarsi del cellulare dell’ex-compagna. Alle richieste insistenti della donna, di riavere il telefonino, nei pressi della Stazione Centrale di Bologna si è nuovamente scagliato contro di lei. Prontamente intervenuti alcuni agenti della Polfer, che sono stati aggrediti a loro volta.

Una volta arrestato è stato portato a giudizio per direttissima, richiesta una proroga per organizzare la linea difensiva, è stato ricondotto in carcere.

Guglielmo Sano

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.