Bologna: donna violentata a Casteldebole

Bologna: donna violentata a Casteldebole

BOLOGNA, 19 GENNAIO – Ennesimo episodio di violenza consumatosi alla periferia di Bologna. Mercoledì pomeriggio, nei pressi di Casteldebole, una 51enne della provincia di Genova è stata brutalmente violentata. 

La donna chiede informazioni su dove trascorrere la notte e le viene offerta una stanza, dietro pagamento, da un 51enne pregiudicato rumeno. La genovese, viste le avverse condizioni meteo, accetta di buon grado l’offerta, quindi l’improvvisato affittacamere la conduce in un campo privato, dove si trova un insediamento abusivo di rumeni.

Accompagnata la 51enne in una tenda, il rumeno esce, ma dopo pochi minuti rientra e cerca di avere un rapporto sessuale con la donna, la quale rifiuta di netto. Ma è troppo tardi: l’uomo la stordisce con dei pugni e poi abusa della donna per ben due volte e le ruba 200 euro, un cellulare dei monili.

Successivamente  la vittima, ancora sotto choc, riesce a fuggire e dirigersi verso la tangenziale, dove viene portata da un passante alla stazione dei carabinieri di Borgo Panigale e poi condotta all’ospedale Maggiore di Bologna. La donna viene sottoposta agli accertamenti del caso e medicata, poiché riportava molte contusioni; terminate le medicazioni viene dimessa con una prognosi di 10 giorni per le diverse contusioni e il forte stato di choc.

Mentre la donna si trovava all’ospedale, diverse pattuglie dei carabinieri hanno fatto irruzione nel campo nomadi, trovando il rumeno ancora nel luogo dello stupro a dormire beatamente tra i vestiti della vittima.

Il rumeno viene svegliato e portato al carcere di Dozza; il pm di Bologna ha chiesto la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere.

Martina Tessari

APPRFONDIMENTI  Mercato immobiliare: a Bologna aumentano le compravendite

Leave a Reply

Your email address will not be published.