Chievo colpito e affondato, al Dall’Ara Bologna straripante

BOLOGNA, 14 GENNAIO – Chievo colpito e affondato al Dall’Ara e Bologna straripante: 4 a 0 il risultato finale. Questo il riassunto di un grigio, solo dal punto di vista metereologico, pomeriggio di Gennaio.

Dopo un buon avvio della compagine ospite, pericolosa in un paio di circostanze, i padroni di casa mettono in discesa il match con Kone, abile a convertire in gol un angolo di Diamanti. Poi si scatena il “violino” più famoso d’Italia: una manciata di secondi prima dell’intervallo, Gilardino raddoppia con un delizioso tocco-sotto e al 60′ chiude i conti con un gol di rapina. Nel finale, sfortunato il Chievo (palo di Paloschi) e via libera al poker rossoblu’, targato Gabbiadini.

I felsinei tornano relativamente tranquilli in classifica, ma ora il difficile è tenere i piedi per terra: per ricadere nel baratro basta veramente un attimo!

Per quanto concerne, infine, l’individuazione del tandem top/flop bolognesi, il compito non è arduo: ora, oggettivamente, a parte qualche lacuna, quando si ottiene un risultato così rotondo, è difficile trovare un peggiore in campo. Per questo motivo ricorderemo solo il migliore della giornata: Alberto Gilardino. “Il Gila” segna una doppietta, con cui mette a tacere chi “aveva storto il naso” sulla sua vena realizzativa. A margine di questa vittoria, però, è giusto riconoscere meriti al gruppo in toto, mister compreso.

Una piccola, minuscola fetta di salvezza è stata guadagnata, ma, come detto, mai dormire sogni tranquilli.

Riccardo Rollo

Leave a Reply

Your email address will not be published.