Bologna: la convalescenza caraibica di un dipendente Ausl

Carabinieri e Ministero della Funzione pubblica indagano

Bologna: la convalescenza caraibica di un dipendente Ausl

Dipendente Ausl Bologna Vacanza Caraibi

BOLOGNA, 13 GENNAIO – Un operatore dell’Ausl di Bologna è partito per i Tropici. Cosa lo vieta? Fin qui, nulla di strano. Si tratta di una vacanza? Di un estemporaneo premio aziendale? Oppure è un “regalino fatto in amicizia” per tenere la bocca chiusa, che tanto è di moda in questi ultimi tempi nelle amministrazioni pubbliche di mezza Italia? Nulla di tutto questo. Il dipendente è partito – destinazione Caraibi – per curare al meglio uno strappo muscolare alla coscia, procuratosi a casa sua, seguito da un intervento al Rizzoli agli inizi del mese di Dicembre, al quale doveva seguire un’ampia riabilitazione sino alla fine di Gennaio. E allora che fare, se non andare ai Caraibi per curarsi presso una clinica specializzata? Detto-fatto. Il dipendente dell’Ausl di via Gramsci ha fatto tutto quanto alla luce del sole: ha cambiato il suo domicilio spiegando che avrebbe trascorso ai tropici, dove abita un famigliare, il restante periodo di convalescenza, sottoponendosi alla fisioterapia indicata dal suo bollettino medico.

Lo può fare, vi chiederete? – sì, lo può fare. Infatti la legge non vieta di trascorrere eventuali convalescenze all’estero, ma si tratta di un caso limite nell’ambito della giurisdizione del lavoro, che in tal caso non chiarisce in modo molto chiaro gli obblighi dell’ente datore di lavoro nei confronti del dipendente.

Nel caso specifico, l’Ausl si è limitata a ricevere la comunicazione del malato senza obbiettare. Di conseguenza si deduce un accordo informale tra le parti. In caso contrario l’Ausl avrebbe dovuto emettere un divieto al proprio operatore.

Il punto è un altro, per il quale il Nucleo Antisofisticazione dei Nas e il Ministero della Funzione pubblica stanno indagando: ossia, in tali circostanze, la visita fiscale come può essere esercitata all’altro capo del mondo? Mandare un medico dall’Ambasciata quanto costa? E chi deve accollarsi l’intero onere delle spese? Le verifiche sono in corso.

Lorenzo Battaglia

APPRFONDIMENTI  Politiche ambientali, l'Italia penultima nella classifica europea

Leave a Reply

Your email address will not be published.