Saldi: via Indipendenza presa d’assedio nel weekend. Bologna tiene botta

Saldi: via Indipendenza presa d’assedio nel weekend. Bologna tiene botta

Saldi Bologna 2012: la crisi non incide

BOLOGNA, 7 GENNAIO – E’ esplosa la saldi-mania sotto le Due Torri. Nel primo week-end via Indipendenza e le strade del Quadrilatero sono state prese d’assedio dai consumatori.

La crisi economica incide sui saldi, ma in maniera limitata rispetto alle previsioni dei sondaggi: nel primo T-Days dedicato ai saldi, infatti, le vendite tengono o registrano un leggero caldo rispetto al 2012, grazie anche all’enorme afflusso dei turisti stranieri e degli italiani a caccia di sconti, ormai prevalentemente attestati sul 50%.

L’incremento dei voli low cost dalle città europee verso l’aeroporto Marconi ha consentito a Bologna di incrementare in maniera esponenziale il flusso turistico, compensando il calo drastico di iscrizione all’Alma Mater Studiorum,

Secondo l’indagine condotta da Confesercenti nei principali capoluoghi italiani, vengono acquistati meno capi di lusso e si ripiega sugli accessori.

Il prezzo medio dello scontrino si è assestato sui 100 euro, con un calo del 15% sullo scorso anno, segno evidente di un maggior timore dei consumatori nell’aprire il portafoglio. Gli sconti massimi praticati, anche nel capoluogo dell’Emilia-Romagna, dai principali marchi della moda sono del 50%, mentre i prodotti di abbigliamento più acquistati sono capispalla, calzature e maglieria in lana.

Il prossimo weekend rappresenterà una data cruciale per valutare il termometro dell’economia italiana relazionato ai saldi.

APPRFONDIMENTI  Motori, mercato in crescita nel 2016. La top 10 delle auto piu vendute

Leave a Reply

Your email address will not be published.