Bologna, molotov contro sede CasaPound: feriti due agenti Digos

Bologna, molotov contro sede CasaPound: feriti due agenti Digos

BOLOGNA, 28 NOVEMBRE – “Si confermano i vigliacchi di sempre, sempre pronti a colpire di notte con vili attacchi alle spalle. In ogni caso il loro stile mafioso non ci intimorisce e continueremo con le nostre battaglie come sempre”.

Lo afferma Carlo Marconcini, coordinatore provinciale di CasaPound Italia Bologna, a poche ore dall’attentato incendiario ai danni del Circolo Elettra e che ha portato al ferimento di due agenti della Digos durante il fermo degli attentatori.

“Siamo proprio curiosi di sapere ora che cosa diranno amministrazione comunale e giornali – continua Marconcini – Si tratta di un fatto gravissimo avvenuto per di più in piena zona residenziale e risultato del comportamento di chi in questi giorni, prima, durante e dopo la contromanifestazione antifascista di sabato, ha soffiato sul fuoco. Ora pretendiamo le scuse da chi era in piazza sabato, da chi ci ha dato dei violenti, da chi ci ha sempre accusato solo per sentito dire, perché è evidente a questo punto l’intolleranza e la violenza che colore politico abbiano”.

Ora – conclude Marconcini – è tempo che la sinistra tutta, dal centro ai suoi estremi, accetti che CasaPound Italia è una realtà anche a Bologna e che è qui non per metterla a ferro e fuoco, come fanno alcuni di loro, ma per contribuire a costruire una città migliore”.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.