Bologna, un cane fa visita al suo padrone detenuto in carcere

Bologna, un cane fa visita al suo padrone detenuto in carcere

BOLOGNA, 27 NOVEMBRE – Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre si terrà a Bologna la festa della famiglia in carcere che unirà i detenuti del carcere Dozza ai rispettivi amici, familiari e non solo.

In via del tutto eccezionale, quest’anno un detenuto potrà ricevere la visita in carcere di un amico insolito e molto speciale, il suo cane Caterina, una femmina di America Staffordshire.

L’uomo, ventiquattrenne detenuto nel reparto di massima sicurezza in attesa di giudizio, ha chiesto, tramite il suo avvocato Alessandra Alberti, di poter ottenere il permesso di ricevere la visita del suo amato cane.

L’uomo aveva già più volte espresso il desiderio di rivedere il suo amico a quattro zampe, e questa volta la richiesta è stata accolta
dalla direttrice del penitenziario della Dozza, Ione Toccafondi. La direttrice ha accettato di buon grado, affermando che il giovane
detenuto era legato al suo cane prima dell’arresto. Infine, ha aggiunto che essendo una festa dedicata agli affetti anche il cane
ha il diritto di rivedere il suo padrone, essendo esso stesso un affetto.

A portare il cane in visita, sarà la compagna dell’uomo che si prende cura di Caterina, rimasta sola in seguito all’arresto del padrone
col quale viveva.

Si tratta di un evento significativo, non solo per la sua unicità in una città come Bologna, ma agli occhi dell’Italia intera dove gli
animali da compagnia non godono attualmente, dei medesimi diritti attribuiti agli uomini.

APPRFONDIMENTI  Bologna, una famiglia su due non paga il condominio

Leave a Reply

Your email address will not be published.