Primarie Pd: Bologna incorona Bersani, Renzi padrone in Provincia. Tutti i risultati

BOLOGNA, 26 NOVEMBRE – Bologna si conferma capitale italiana della partecipazione politica. Oltre 105.000 votanti hanno espresso la loro preferenza per uno dei cinque candidati alle Primarie del centrosinistra. L’alta affluenza ai seggi è un segnale chiaro lanciato dalla popolazione contro gli umori dell’anti-politica e i proclami di astensionismo lanciati dal leader del M5S Beppe Grillo.

Dure le critiche del sindaco di Bologna Virginio Merola all’ex comico genovese: “Grillo ha parlato di bromuro sociale,  si deve vergognare. È ora che la smetta di offendere chi non la pensa come lui”.

Nel capoluogo felsineo vittoria preventivata per il segretario del Pd Pier Luigi Bersani che ottiene la maggioranza assoluta al primo turno, totalizzando il 51,6% dei voti (pari a 54.232 preferenze). In seconda posizione il sindaco di Firenze Matteo Renzi con il 32,1% (pari a 33.710 preferenze). Nichi Vendola chiude sul gradino più basse del podio con il 12,9%. Laura Puppato chiude la sua gara a quota 2,6% e Bruno Tabacci si ferma allo 0,6%.

L’Appennino Tosco-Emiliano è spezzato in due parti: Renzi stravince a Castiglione dei Pepoli Renzi e Savigno. Il primo cittadino di Firenze brilla anche a Lizzano in Belvedere, dove il Rottamatore è avanti di ben sette punti sul segretario Pd.

Bersani sfonda invece a Bentivoglio (61,1% contro il 24,8% di Renzi) e a Vergato (57,8% contro il 27% di Renzi).

In vista del ballottaggio di domenica prossima sarà decisiva l’eredità di Vendola. Il governatore della Puglia ha posto le sue condizioni per l’alleanza con Bersani, ma Renzi è in grande rimonta come testimoniano migliaia di post su Twitter e Facebook.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>