Bologna: e se per fare un’ecografia bastasse un tablet?

Niente più esami invasivi ed eccessivamente costosi, bastarà sfruttare le nuove tecnologie.

Bologna: e se per fare un’ecografia bastasse un tablet?

BOLOGNA, 24 OTTOBRE – Sarà possibile capire la natura di un malore addominale appoggiando un particolare tablet sul paziente?

La sperimentazione è stata avviata all’Ospedale Maggiore di Bologna e tratta della possibilità di effettuare esami diagnostici, come ecografie, attraverso un “semplice” tablet.

Questa è la novità portata all’ultimo SIMI (Congresso della Società italiana di medicina interna) tenutosi a Roma dal 20 al 22 Ottobre dove gli specialisti del Maggiore hanno presentato il loro progetto.

L’innovazione potrebbe portare innumerevoli agevolazioni nel settore sanitario: costi inferiori, tempi d’attesa ridotti e anche maggiore precisione.

Un altro aspetto molto importante sta nella possibilità di effettuare questi esami a domicilio. Non ci sarà più bisogno di enormi macchinari, complessi e difficili da spostare, ma di semplici strumenti ugualmente precisi (se non di più) e molto più “tascabili”. D’ora in poi i pazienti chi trovano difficoltà a raggiungere le strutture mediche per effettuare questi tipi di esami, potranno finalmente conseguirli anche nella propria dimora, senza problemi!

Sabrina Stellino

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.