Padova: muore dopo sette giorni di agonia il bimbo che si era impiccato per gioco

Padova: muore dopo sette giorni di agonia il bimbo che si era impiccato per gioco

PADOVA, 23 OTTOBRE – Il bimbo che si era impiccato per gioco dopo sette giorni di agonia è morto. Il dramma è avvenuto a Selvazzano (Padova): il bimbo di 11 anni era rimasto in fin di vita dopo aver fissato per gioco una corda al lucernaio di casa, per riprodurre per gioco la sua impiccagione.

Il piccolo a causa del suo terrificante gioco aveva subito dei danni cerebrali, perché per dieci lunghissimi minuti è rimasto appeso alla corda privo di ossigeno, prima di essere liberato dai genitori.

A dare l’allarme ai familiari era stato il fratello di 13 anni, che giocava a poca distanza.

I suoi organi verranno donati. I genitori del bimbo impiccatosi per gioco hanno acconsentito all’espianto degli organi del loro figlio, che era ricoverato nel reparto di terapia intensiva pediatrica dell’Azienda ospedaliera di Padova da lunedì 15 ottobre.

Maria Francesca Cadeddu

APPRFONDIMENTI  Mercato immobiliare: a Bologna aumentano le compravendite

Leave a Reply

Your email address will not be published.