Calciomercato Milan, per la panchina c’è anche Marco Van Basten

MILANO, 23 OTTOBRE – La panchina di Massimiliano Allegri è sempre più traballante. Il k.o. rimediato a Roma contro la Lazio, ha ulteriormente incrinato i rapporti tra il tecnico toscano e la dirigenza rossonera. Cinque sconfitte nelle prime otto giornate di campionato, dalle parti di Milanello, non si vedevano dalla stagione 1941/42.

L’accusa che pende sul capo dell’allenatore è quella di non aver saputo dare un gioco alla squadra, un identità precisa che ha sempre caratterizzato il club più titolato al mondo. Il match di Champions League in programma domani sera nella tana del Malaga, potrebbe rappresentare il capolinea della sua avventura rossonera, specie qualora arrivasse una sconfitta. La dirigenza di via Turati da alcune settimane si è mossa per individuare il possibile successore. L’ipotesi di una soluzione interna rappresentata dal duo Galli-Tassotti non viene scartata a priori, ma prima di affidare loro la panchina Galliani cercherà di convincere un big a sposare un progetto fatto si di grandi speranze ma con un occhio di riguardo al portafoglio.

Il sogno di Silvio Berlusconi ha un nome e un cognome preciso: Pep Guardiola. Tuttavia, l’ex tecnico del Barcellona, difficilmente siederà sulla panchina rossonera a campionato in corso. Per lui ogni sforzo sarà rimandato a giugno. Ma nelle ultime ore circola anche il nome di un grande ex, che ha fatto impazzire di gioia dirigenza e tifosi: si tratta di Marco Van Basten. L’arrivo del “Cigno di Utrecht” potrebbe riaccendere in Berlusconi quella passione assopita negli ultimi tempi e ridare ordine ed entusiasmo ad uno spogliatoio rimasto povero dopo l’addio quest’estate di quasi tutti i suoi senatori.

Il destino di Allegri, dunque, sembra segnato, salvo clamorosi risvolti dell’ultima ora.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.