Picchiano e umiliano un ragazzo in piazza San Francesco: la Cassazione condanna 4 agenti

BOLOGNA, 22 OTTOBRE – Un anno e due mesi con la condizionale: questa la condanna disposta per i quattro agenti della Polizia che sette anni fa  in piazza San Francesco si accanirono su Amir,  ragazzo classe ’82 e di origine iraniana venuto  a  Bologna per seguire un corso  universitario.

Trasportato in Questura sembra che il giovane fosse stato costretto a denudarsi, venendo umiliato con  gesti osceni e botte. Queste ultime gli valsero dieci  giorni di prognosi certificati al Sant’Orsola.

Sembra che i quattro poliziotti coinvolti nella vicenda e  rimasti in servizio nel periodo successivo all’episodio (U. L., E. M., M. N., F.S., le loro iniziali), smisero  di infierire su Amir  solo nel momento in cui  si accorsero del  passaporto statunitense in suo possesso.

La Cassazione ha confermato le pene definitive per i quattro agenti condannandoli  per lesioni, ingiurie aggravate e abuso d’ufficio e disponendo la sospensione condizionale e la non menzione per un anno e due mesi, oltre al pagamento di  15mila euro di risarcimento  a testa.

Tre agenti sono stati trasferiti in altre città, il quarto invece è stato “solo” spostato ad altro commissariato ma per tutti sarà riaperto il procedimento disciplinare precedentemente sospeso in attesa che arrivasse il verdetto della Cassazione.

Adriana Perziano

Leave a Reply

Your email address will not be published.