Calciomercato Juventus: scende Lewandowsky, salgono le quotazioni di Huntelaar

Calciomercato Juventus: scende Lewandowsky, salgono le quotazioni di Huntelaar

TORINO, 22 OTTOBRE – In casa Juventus, dopo l’importantissima vittoria ottenuta nel big match di sabato contro il Napoli, che ha permesso ai bianconeri di staccarsi da sola in vetta alla classifica di 3 lunghezze rispetto ai partenopei, è sempre il mercato attaccanti a tenere banco.

La caccia al famigerato top player continua insomma, nonostante la squadra abbia dimostrato, in queste prime 8 giornate, di poterne fare a meno: i 19 gol messi a segno da 12 giocatori diversi fanno di Madama non solo una vera e propria cooperativa del gol, ma anche l’attacco più prolifico della Serie A. Numeri da capogiro, numeri da primatista assoluta. Tuttavia gli uomini di mercato bianconeri sono sempre alla ricerca di quel giocatore in grado di spostare da solo gli equilibri di una partita, soprattutto quando la stanchezza frena la perfetta macchina contiana. Matri, Quagliarella, Giovinco, l’oggetto misterioso Bendtner sono attaccanti più che affidabili per il campionato italiano, ma in Champions League le cose sono diverse e la presenza di una punta in grado di assicurare  quegli 8 – 9 gol nel torneo continentale, permetterebbero alla squadra di Conte di fare il definitivo salto di qualità. Top player sì dunque, ma a costi contenuti.

Stamane, infatti, il dg Beppe Marotta, intervenuto a “Radio Anch’Io Lo Sport” su Radio Rai, è stato chiaro: “In Italia nessun club può permettersi giocatori da 30 milioni di euro”. Scartate quindi le ipotesi Falcao, Dzeko e Higuain, inarrivabili a certe condizioni, un giocatore che si avvicina al profilo bianconero e Klaas Jan Huntelaar. L’attaccante dello Schalke 04, che in Italia ha indossato la casacca del Milan, per il rapporto qualità-prezzo, è un vero e proprio affare e potrebbe fare parecchio comodo ad Antonio Conte. In Bundesliga Huntelaar è tornato un goleador di livello mondiale, segnando gol a raffica e proponendosi come uno degli attaccanti più in foga del momento, dietro agli extraterrestri Messi, Ronaldo e Falcao. Il giocatore si è preso del tempo per riflettere ma difficilmente rimarrà in Germania. Al “Cacciatore” non dispiacerebbe affatto una nuova esperienza in Italia, anzi sarebbe galvanizzato dall’idea di dimostrare tutto il suo valore, soprattutto dopo la non felicissima parentesi rossonera.

Intervistato a Sport1, Horst Heldt, General Manger del club di Gelsenkirchen, ha rimandato ogni discorso alla prossima finestra di gennaio in cui verrà presa una decisione definitiva. Il giocatore è all’ultimo anno di contratto e fin qui ogni tentativo di rinnovo è fallito. Acquistarlo a gennaio significherebbe sborsare una cifra che si aggira sui 12-13 milioni di euro, una spesa accessibile anche per le casse di corso Galileo Ferraris. Spiccate qualità aeree, buona tecnica, capacità di trasformare in gol ogni palla vangante nell’area piccola, Huntelaar rappresenta l’ariete che manca nello scacchiere di Antonio Conte, quel giocatore in grado di far splendere il sole anche nelle giornate più grigie. Non è solo l’ariete olandese ad essere presente sul taccuino di Marotta e Paratici.

Nelle scorse settimane, infatti, si era anche parlato di un interessamento della Juve per Robert Lewandowsky, possente attaccante in forza al Borussia Dortmund. Il giocatore piace molto ad Antonio Conte che lo ha visionato da vicino negli ultimi Europei in Ucraina e Polonia. Ma la pressione sul polacco comincia a farsi asfissiante. Come riporta il Daily Star, Alex Ferguson è rimasto impressionato di fronte alle prestazioni della punta classe ’88 ed  è pronto a sborsare 30 milioni pur di portarlo all’Old Trafford dove con Rooney e Van Persie formerebbe un tridente con pochi eguali in Europa. Anche l’Atletico Madrid, in caso di cessione del “Tigre” Falcao al Real di Mourinho, si butterebbe a capofitto sull’attaccante. Inutile, quindi, impelagarsi in un’asta dove le possibilità della Juve sarebbe ridotte al lumicino. Tutti i segnali, quindi, portano a Huntelaar. I tifosi bianconeri si augurano che non si tratti dell’ennesima telenovela, il cui finale ha sempre lasciato l’amaro in bocca.

Calogero Montalbano

Leave a Reply

Your email address will not be published.