The Art of Rap arriva in Italia: la recensione

The Art of Rap arriva in Italia: la recensione

BOLOGNA, 4 OTTOBRE – Fabri Fibra, Club Dogo, Marracash, Ensi. I rapper italiani ormai non sono più famosi solo nei circuiti underground, sono idoli di massa: scalano le classifiche di vendita, presentano programmi televisivi, riuniscono ai concerti i ragazzini e i loro fratelli maggiori. Le origini del fenomeno rap sono oltre-oceano, nelle periferie e nei ghetti neri di New York, Los Angeles e Detroit, le tre città in cui è girato The Art of Rap, il nuovo straordinario evento The Space Extra, realizzato in collaborazione con Yam112003 e distribuito da QMI, nelle sale The Space Cinema in Italia, l’8, il 9 e il 10 ottobre 2012.

Un imperdibile pass backstage per conoscere gli aspetti più segreti del Rap a voce dei suoi principali protagonisti. Una premiere realizzata in collaborazione con MTV Spit, il più attento testimone italiano della Cultura Hip Hop.

Il documentario The Art of Rap, presentato al Sundance Film Festival 2012, e diretto dal talentuoso ed eclettico rapper ICE-T, uno dei padri dell’hip-hop, cantante, attore, doppiatore, produttore discografico, indaga origini ed evoluzione del rap. Come è passato dalle strade delle periferie alle vette delle classifiche? Come nasce un pezzo hip-hop? Esiste il rischio che questo genere stia diventando eccessivamente pop e perda la sua forza? Gli inediti ed appassionanti incontri di ICE-T con i maggiori rapper del passato e del presente, tra i quali Eminem, Run-DMC, Snoop Dogg, Kanye West, Afrika Bambaataa rispondono in maniera avvincente a queste domande.

Nella colonna sonora compaiono, per la gioia degli amanti del rap della prima ora, brani dello stesso Ice-t e pezzi storici di RUN-DMC, Wu-Tang Clan, Afrika Bambaataa, Public Enemy, Grandmaster Caz.

I biglietti per i cinema The Space sono già in prevendita alle casse di ogni cinema, al numero 892.111 oppure online sul sito www.thespacecinema.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.