Laguna Seca Moto GP: Cade il Dottore e vince Stoner

Laguna Seca Moto GP: Cade il Dottore e vince Stoner

MotoGp - Valentino Rossi DucatiLAGUNA SECA, 30 LUGLIO – Terzo il successo a Laguna Seca per Casey Stoner dopo il 2007 su Ducati e quello dello scorso anno. L’australiano con la sua Honda ha condotto una perfetta gara senza dare scampo agli avversari. Sfuriando a 11 giri dalla fine vince sorpassando in rettilineo Jorge Lorenzo e la sua Yamaha, che arriva secondo seguito da Pedrosa.

Caduta a due giri dalla fine per Valentino Rossi che in ottava posizione perde l’anteriore in curva e finisce per terra dopo una gara senza lotta. Archiviato anche il GP di Laguna Seca per casa Ducati, anche per Hayden la giornata non era iniziata bene, caduto all’inizio dei warm-up a freni freddi. In gara è scattato bene al via ma poi si è toccato con Bautista e  pensando che la leva del freno potesse essere danneggiata, afferma di essere stato prudente.

VALENTINO –  “Non stavo certo lottando per il podio ma una caduta così, alla fine della gara, dispiace parecchio perché avevo fatto tutto come il giro prima e il mio ritmo non era velocissimo. Eppure, alla frenata del “Cavatappi”, mi si è chiuso il davanti, un po’ come mi era successo a Silverstone con la moto diritta, appena ho toccato il freno. E’ un bel problema: anche oggi abbiamo fatto fatica a far lavorare la gomma davanti che dopo trenta giri sembrava nuova. Fortunatamente non mi sono fatto niente, anche se sono caduto abbastanza forte. Non è stato un gran week-end. Adesso abbiamo due settimane di pausa, due settimane importanti, e poi vedremo come andrà a Indy”.

Rimaniamo in attesa delle decisioni di Rossi per il suo futuro in Ducati e il 17 agosto tutti di nuovo negli States per il GP di Indianapolis.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Classifica finale MotoGp Laguna Seca

01 – Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 32 giri in 43’45.961
02 – Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 3.429
03 – Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 7.633
04 – Anddrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 18.602
05 – Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 18.779
06 – Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 26.902
07 – Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 28.393
08 – Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 50.246
09 – Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – 1’18.993 (CRT)
10 – Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP12 – 1’22.076
11 – Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – a 1 giro (CRT)
12 – Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR MotoGP – a 1 giro (CRT)
13 – Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – a 1 giro (CRT)
14 – Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR MotoGP – a 1 giro (CRT)

Leave a Reply

Your email address will not be published.