Nausea gravidica e sperma: nuova teoria dello psicologo statunitense Gordon Gallup

Nausea gravidica e sperma: nuova teoria dello psicologo statunitense Gordon Gallup

NEW YORK, 27 LUGLIO – Se, un anno fa, Gordon Gallup, psicologo statunitense, con le sue ricerche sul seme maschile fece molto discutere, giurando sulle proprietà antidepressive dello sperma (studiando un gruppo di donne etero e lesbiche: le seconde erano molto più soggette alla malattia), farà molto discutere anche l’ultimo studio dello scienziato dell’università  Suny Albany.

Secondo lo studioso, infatti, il modo migliore per curare la nausea mattutina delle donne incinte è di ingerire la stessa sostanza che ha provocato la gravidanza: lo sperma.

LO SPERMA VA ASSUNTO ALLA FONTE –Per la nuova “cura”, non serve, però, conservare in un barattolo l’umana sostanza. Il seme maschile sperma va assunto direttamente alla “fonte”, solo in questo modo funziona il metodo, spiega lo psicologo. Contrariamente alle precedenti convinzioni, secondo le quali durante la gravidanza il cibo inneschi nausee alle donne durante la gravidanza, Gallup ritiene, invece, che una gestante stia male a causa del bambino: il bambino sarebbe, infatti, in parte costituito da un sostanza estranea al corpo della donna.

METODO OMEOPATICO – Il concetto dello psicologo segue quello dell’omeopatia che dice “le malattie guariscono con i rimedi che provocano in un individuo sano i sintomi della malattia stessa“: sempre che sia giusto considerare la gravidanza una malattia. Lo psicologo spiega che una parte del DNA del feto è della madre ma l’altra metà appartiene al padre, quindi c’è bisogno di tempo prima che il corpo si abitui a questa sostanza “estranea”, continua dicendo: «La dieta può essere solo una piccola parte della soluzione».

Il corpo femminile non adattandosi immediatamente allo sperma innesca una reazione immunitaria che è comunemente percepita con nausea, vomito e malessere.

L’ingerimento da parte della donna dello sperma del suo partner, futuro padre del bambino, precedentemente al concepimento e nelle prime fasi della gravidanza farà in modo che il corpo femminile tollererà di più il feto. E’ molto importante, quindi, che lo sperma ingerito sia lo stesso che ha fecondato l’ovulo, per far sì che la donna si abitui sempre di più a questa sostanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.