Spagna a rischio default: “Non hanno un soldo”. Video scontri polizia e manifestanti a Madrid

Copyryght “LaPresse”

MADRID, 20 LUGLIO – “Non abbiamo un soldo in cassa per pagare i servizi pubblici e se la Bce non avesse comprato i titoli di Stato, il Paese sarebbe fallito”. Così Cristobal Montoro, ministro del bilancio spagnolo, ha difeso davanti al Parlamento il piano da 65 miliardi di euro in tagli alla spesa pubblica approvato venerdì scorso dal governo Rajoy.

Montoro preme per la conversione in legge della manovra, affinché “non siano messe a rischio le buste paga dei lavoratori statali”.

Scontri tra polizia e manifestanti a Madrid

Ieri 100mila persone sono scese in piazza a Madrid per protestare contro le misure di austerity imposte da Bruxelles per concedere alla Spagna un anno in più per portare il deficit sotto la soglia del 3% del Pil.

La manifestazione è però degenerata in violenti scontri tra la polizia e i dimostranti che ha portato all’arresto di 7 persone, mentre i feriti sono stati almeno 26.

Rischio contagio per i paesi dell’Eurozona

Ieri è poi arrivato il sì definitivo del Bundestag al piano di aiuti da 100 miliardi destinato alla ricapitalizzazione delle banche spagnole, dopo che il ministro delle finanze tedesco Schaeuble aveva paventato il “rischio potenziale” di contagio per gli altri paesi dell’Eurozona qualora il piano non fosse stato approvato.

Dall’Ue arriva però il monito a Madrid: se la Spagna vorrà usare in modo diverso i soldi messi a disposizione per la ricapitalizzazione delle banche, sarà necessaria una nuova richiesta di assistenza finanziaria alla Commissione.

E mentre lo spread tra Bonos e Bund sale a quota 582, cresce anche in Italia la preoccupazione per un possibile contagio. “Davanti agli attacchi della speculazione internazionale quasi tutti siamo a rischio default” – ha dichiarato il presidente di Confindustria Squinzi.

Ma il neo-ministro dell’economia Grilli rassicura: “E’ una sfida grave ma abbiamo tutte le carte in regola per superarla”.

Beatrice Amorosi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>