Palermo, falso allarme bomba all’aeroporto nel giorno del ricordo di Borsellino

Palermo, falso allarme bomba all’aeroporto nel giorno del ricordo di Borsellino

PALERMO, 19 LUGLIO – Momenti di panico all’aeroporto di Palermo Falcone-Borsellino, quando nella zona dei bagagli in transito, è passata una valigia sospetta, pronta per essere imbarcata su un volo diretto a New York, e che ha fatto temere che contenesse esplosivo. Il nucleo artificieri della polizia è intervenuto prontamente, portando il bagaglio in una zona lontana dall’aeroporto, vicino alla torre del Mulinazzo, facendolo poi brillare con una micro-carica.

Cosa conteneva la valigia incriminata? Un letto da campeggio.

In un comunicato stampa della Gesap vengono rese note le conseguenze dell’allarme bomba: «L’emergenza è durata un’ora. A seguito della procedura di allarme rosso, un paio di voli in arrivo, tra cui il Bologna-Palermo, sono stati dirottati negli aeroporti di Trapani e Catania. Alcuni voli in partenza hanno subito ritardi».

La tensione, probabilmente, è stata alimentata dal fatto che oggi ricorreva il ventennale dell’attentato in cui perse la vita il giudice Paolo Borsellino.

Tuttavia, l’intera operazione potrebbe essere stata una simulazione effettuata dagli ispettori di volo europei per verificare il funzionamento dei dispositivi di controllo nell’aeroporto e l’efficacia delle misure antiterrorismo.

Giovanni Gaeta
giogaeta@interfree.it

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.