Luca Ortoveri disperso in mare. Senza esito ricerche ultimo naufrago al Lido Adriano

Luca Ortoveri disperso in mare. Senza esito ricerche ultimo naufrago al Lido Adriano

Foto @ www.ravennaedintorni.it

RAVENNA, 17 LUGLIO – Tre amici forlivesi hanno mancato il rientro dalla battuta di pesca di domenica, in rotta verso le piattaforme Agipal al largo di Lido Adriano. La barca di 5 metri dotata di fuoribordo era senza apparato radio; la guardia costiera ha tentato, senza successo, un contatto con i cellulari dei tre, chiedendo anche ai gestori telefonici le tracce delle ultime comunicazioni.

La vittima è Antonio Fabbri, 50 anni, il cui cadavere è stato recuperato nel primo pomeriggio di lunedì. Omar Lacchini, 42enne, invece è stato fortunatamente recuperato da una motovedetta dei Carabinieri, ieri verso le 13 a circa 1 miglia dalla costa nella zona di mare antistante la foce dei Fiumi Uniti in prossimità della piattaforma off-shore Angela Angelina. Fisicamente salvo ma provato dopo la scoperta del corpo senza vita dell’amico Antonio  “Non sapeva nuotare – ha raccontato il superstite in ospedale -. Quando la barca ha iniziato a imbarcare acqua, siamo caduti in mare e Antonio è andato giù…”.

CAUSE DELLA TRAGEDIA – A causare la tragedia probabilmente ha inciso il mare mosso e il forte vento, ma forse anche una manovra azzardata. Dal racconto del superstite sembra infatti che l’ancora della piccola imbarcazione, un 5 metri in vetroresina, si sia incastrata in una nassa. “Non c’è stato verso di disincagliarci – ha detto – e, quando abbiamo provato a dare gas, abbiamo iniziato a imbarcare acqua”.

RICERCHE IN CORSO – Proseguono le attività di ricerca del terzo naufrago Luca Ortoveri, attività tuttora in corso senza esito. Le condizioni meteo sono migliorate con mare calmo e ottima visibilità, ma le attività di ricerca sono rese difficoltose per la presenza di numerose scogliere antistanti le spiagge e di molti impianti di allevamento ittico nella zona delle operazioni. I mezzi navali e aerei della Guardia Costiera, un elicottero della Guardia di Finanza del Roan di Rimini e una squadra di sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Bologna stanno operando in tutta la zona per le ricerche del disperso in mare, tra Ravenna e Cesenatico. Collaborano alle ricerche anche diportisti, pescatori, bagnini e operatori turistici della nautica. La procura di Ravenna ha aperto un’inchiesta.

Sabrina Pavani
pavani.sabrina@gmail.com

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.