Operazione Reale 5: 26 arresti a Reggio Calabria. La rete di Oppedisano e Gambazza

26 persone arrestate stamane in Calabria e Piemonte nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri “Reale 5” legate alla cosca di San Luca del Boss Gambazza

Operazione Reale 5: 26 arresti a Reggio Calabria. La rete di Oppedisano e Gambazza

26 arresti operazione Reale 5REGGIO CALABRIA 16 LUGLIO – L’Operazione, dei Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio, “Reale 5” ha portato stamattina all’arresto di 26 persone legati all ‘ndrangheta a cui vengono contestati, a vario titolo, i reati di associazione mafiosa, favoreggiamento aggravato dalle modalità mafiose e inosservanza della pena per la rete di copertura offerta alla latitanza del boss Antonio Pelle detto “gambazza“, arrestato dal Ros nel giugno del 2009 dopo 9 anni di latitanza e morto nel novembre successivo per sue precarie condizioni di salute quando aveva 77 anni.

Sarebbe stato poi individuato come il capo crimine Domenico Oppedisano, dopo il ritrovamento di due microspie nell’auto di due affiliati di Reggio Calabria. L’intercettazione è antecedente all’operazione Crimine che nel luglio del 2010 portò a oltre 300 arresti tra la Calabria e la Lombardia ed è agli atti dell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria Crimine 5 conclusa stamani.

GLI ARRESTI DELL’OPERAZIONE REALE 5

Gli arresti rientrano nelle operazioni riguardanti la ‘ndrangheta nelle sue articolazioni territoriali operanti nei mandamenti jonico, tirrenico e metropolitano della provincia di Reggio e in Piemonte. In Piemonte due persone sono state arrestate Sebastiano Giampaolo, 64 anni e il figlio Vincenzo di 37 anni, residenti a Bagnolo in provincia di Cuneo, stesso posto dove fu arrestato il defunto gambazza durante il periodo di latitanza.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9SKRW6Jk_QM[/youtube]
Sabrina Pavani
pavani.sabrina@gmail.com

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.