Don Giangiacomo Ruggeri denunciato per abusi su una ragazzina di tredici anni

Don Giangiacomo Ruggeri denunciato per abusi su una ragazzina di tredici anni

FANO, 14 LUGLIO – L’incubo della pedofilia per mano di religosi si è rimaterializzato. Protagonista il sacerdote più conosciuto della diocesi di Fano, sulla riviera adriatica. A Fano (Pesaro Urbino), è stato arrestato il sacerdote-giornalista don Giangiacomo Ruggeri, quarantatreenne, portavoce del vescovo Armando Trasarti. L’accusa: abusi sessuali su una tredicenne.

Baci, palpeggiamenti, il seno scoperto davanti ai bagnanti allibiti: sono questi i gesti, compiuti su una ragazzina di 13 anni, che hanno portato in carcere il portavoce del vescovo di Fan; alcuni atti sono rimasti impressi nelle immagini girate dalla polizia con una telecamera nascosta.

DENUNCIA – A segnalare lo “strano comportamento” di don Ruggeri sono state alcune persone che lo hanno notato sulla spiaggia. «Sono un padre di famiglia anche io, non potevo lasciar passare sotto silenzio atteggiamenti come quelli di don Giangiacomo Ruggeri, non certo consoni al suo ruolo. Così ho avvisato la polizia». Marco Mandolini, titolare, insieme con il fratello Mauro, dei Bagni Torrette di Fano (Pesaro Urbino), è l’uomo-testimone che ha fatto arrestare il prete.

A carico del sacerdote non sarebbero stati raccolti indizi che facciano supporre rapporti sessuali completi con la ragazzina, piuttosto una sorta di flirt fra adolescenti, nonostante l’enorme differenza d’età.

EFFUSIONI – La tredicenne, una ragazzina di umile famiglia, che tutto il paese di Orciano ora protegge, si comportava al mare come una specie di “fidanzatina” del sacerdote.

Tempo addietro il padre era stato visto discutere calorosamente con don Ruggeri, ma sembra che i genitori dell’adolescente non si fossero resi conto di quanto stretto fosse il rapporto fra l’adulto e la loro bambina, minorenne appunto. Solo, a loro non piaceva che la ragazza occupasse tutto il suo tempo in Parrocchia, o comunque con il “don”.

L’INCHIESTA –Dell’indagine è stata informata per competenza anche la procura dei minori di Ancona. L’inchiesta per ora ruota attorno a un unico caso di abusi su minore, ma la polizia, coordinata dal procuratore di Pesaro Manfredi Palumbo, in collaborazione con il PM dei minori Sante Bascucci, indaga anche nel passato del prete.

Maria Francesca Cadeddu

Leave a Reply

Your email address will not be published.