Gianni Calò, muore in volo al rientro dalle vacanze in Egitto

Gianni Calò, muore in volo al rientro dalle vacanze in Egitto

ATENE, 14 LUGLIO – La tragedia si è consumata sull’aereo di linea, quando Gianni Calò – giovane artigiano originario di Nardò, ma residente a Fiorano Modenese – si è sentito improvvisamente male. Con febbre altissima e convulsioni si è diretto nelle toilette del velivolo, dove le hostess lo hanno trovato privo di sensi, il pilota ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Atene. Purtroppo, però, sono stati vani i tentativi di rianimarlo da quello shock anafilattico da allergia dell’uomo ai funghi.  È probabile, dunque, che prima di salire sull’aereo, se non proprio sull’aereo stesso, Gianni Calò abbia mangiato qualcosa che conteneva funghi.

Il 38enne lascia la moglie e due bambine. In queste ore, il cognato della vittima è partito alla volta della Grecia. Per il rientro della salma bisognerà attendere qualche giorno.

I funerali avranno luogo nel suo paese natio, che attende di salutarlo per l’ultima volta. La data però, non è stata ancora stabilita.

Chi era Gianni Calò. Dolore e incredulità a Nardò

Intanto il sindaco neretino, Marcello Risi e il consigliere Antonio Cavallo, con delega ai gemellaggi, esprimono il loro cordoglio ai familiari e si stringono attorno alla comunità di Fiorano Modenese con cui la Città di Nardò è gemellata.

Incredulità e dolore indicibile nella città di Nardò da quando in queste ore si è diffusa la notizia della morte del giovane, molto conosciuto e stimato nella sua terra natìa. Gianni a Nardò abitava in via Fratelli Gabellone nel centro storico, dove ancora risiede sua madre. Era andato via dalla sua Città natale nel 1997 per cercare lavoro d’artigiano prima a Maranello e, da due anni a Fiorano Modenese come operaio in un’industria di ceramica.

Sabrina Pavani
pavani.sabrina@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.