Meteora illumina Reggio Emilia. Fuoco nel cielo da Perth a Torino

Stelle cadenti e cerchi nel grano avvistati nel Comune di Quattro Castella nella Provincia di Reggio Emilia

Meteora illumina Reggio Emilia. Fuoco nel cielo da Perth a Torino

REGGIO EMILIA, 13 LUGLIO – Il meteorite è ciò che rimane dopo l’ablazione atmosferica di un meteoroide (cioè “piccolo” asteroide) entrato in collisione con la Terra. In pratica è ciò che di esso raggiunge il suolo. Quando entrano nell’atmosfera i meteoroidi si riscaldano fino ad emettere luce, formando così una scia luminosa chiamata meteora, bolide o stella cadente. Contrariamente a quanto comunemente si ritiene, il riscaldamento non è prodotto dall’attrito, ma dalla pressione dinamica generata dalla fortissima compressione dell’aria di fronte al meteorite. L’aria si riscalda e a sua volta riscalda il meteorite.

La maggior parte delle meteoriti si disintegrano in aria, e l’impatto con la superficie terrestre è raro. Ogni anno si stima che il numero di rocce che cadono sulla Terra delle dimensioni di una palla da baseball o più si aggiri sulle 500. Di queste ne vengono mediamente recuperate solo 5 o 6; gran parte delle rimanenti cadono negli oceani o comunque in zone in cui il terreno rende difficile un loro recupero. Le meteoriti più grosse possono colpire il terreno con forza considerevole, formando così un cratere meteorico (o cratere da impatto)

La Terra viene sfiorata spesso da dei corpi celesti come possono essere le comete e/o gli asteroidi.

DOMENICA 1 LUGLIO 2012 -“Fuoco nel cielo”, hanno urlato gli avventori sulla spiaggia di Perth, Australia: siamo a Cottesloe, spiaggia sulla baia della città, dove la meteorite è passata “appena prima del tramonto” creando un effetto ottico di sicuro impatto: “Resti del passaggio erano visibili anche nel pomeriggio”, scrive Perth Now.

Il giornalista Pip Moir ha analogamente postato la foto che ha preso nella spiaggia di Cottesloe su Twitter, prima delle sei del pomeriggio, mentre gli incuriositi passanti discutevano su cosa potesse essere questo colorato fenomeno.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

MERCOLEDÌ 11 LUGLIO 2012 – Meteora avvistata sui cieli di Torino: Luce nel cielo che illumina il nord italia.

Una sfera luminosa nei cieli di Torino, una palla di fuoco che ha squarciato il cielo del piemonte, una luce nel cielo visibile in tutto il nord Italia. L’avvistamento di un meteoride è stato segnalato da varie testimonianze  anche a Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Bologna, Milano, Brescia e Bergamo.

Questa sera una palla di fuoco ha squarciato il cielo su Torino, centinaia di persone hanno avvistato una luce molto forte, una sorta di “palla di fuoco” seguita “da una striscia arancione lunghissima“, poi la scia di luce nel cielo si è divisa in 3 o 4 sfere luminose nel cielo, più piccole, fino a dissolversi nell’aria fino a scomparire nel giro di attimi. I lettori raccontano di sensazioni contrastanti, tra l’emozione, il fascino e la paura.

A Roncolo nella provincia di Reggio Emilia, durante un mercatino sono stati in molti a notare questo fascio luminoso strisciante in cielo di colore giallo alle ore 22 del campanile, Nel Comune di Quattro Castella, sempre nel reggiano, un uomo dice che qualche giorno fa sono apparsi nei campi segni strani, e una ragazza afferma che ha visto strane bruciature nei campi al rientro dal lavoro.

http://multimedia.quotidiano.net/data/images/gallery/2012/39553/bolide.jpg cerchi nel grano a Salvarano (RE)

Potrebbe trattarsi di un meteorite come quello avvistato nei mesi scorsi sempre nel nord Italia, oppure potrebbe essere stato un rottame di un qualche satellite che si è distrutto all’impatto con l’atmosfera terreste. Oppure il caldo fa male!!

Sabrina Pavani

Leave a Reply

Your email address will not be published.