Berlusconi candidato premier nel 2013. Addio Alfano, gioia Santanché

ROMA, 11 LUGLIO – Alla fine “L’uomo Del Monte” ha detto sì, almeno così pare. Il popolo di centrodestra si prepari per un nuovo predellino autunnale forte della guida del leader di sempre: Silvio Berlusconi.

Dopo settimane, mesi, di insoliti silenzi (visto il personaggio), ecco uscire fuori dal bunker con elmetto e baionetta il Berlusconi che siamo abituati a conoscere da oltre vent’anni, più combattivo che mai, pronto a lottare con Bersani e Co. per riprendersi un ruolo di primo piano nell’agone politico italiano. Ce la farà?

Secondo le indiscrezioni pubblicate oggi dal Corriere della Sera, pare che l’ex premier abbia passato le ultime settimane chiuso nella sua villa di Arcore con alambicchi e pentoloni fumanti a consultare sondaggi e analisi statistiche sul Pdl con o senza di lui.

Sempre secondo il Corriere, da questo periodo zen sarebbero usciti fuori dati sconcertanti con un Pdl attualmente sotto il 10% e sopra il 30% con Berlusconi al comando.

Sarà contento Alfano

L’ormai ex delfino, completamente disarcionato dalla guida del nascente partito che Berlusconi intende formare durante l’estate rinunciando persino alle vacanze dorate in Sardegna, fa sapere che lui sarà al fianco di Berlusconi. Con un ‘cinguettio’ su twitter di questa mattina lascia poco spazio a equivoci: “Tanti chiedono al Presidente Berlusconidi candidarsi. Io sono tra questi. Se deciderà di farlo sarò e saremo al suo fianco.” Lo penserà davvero? Difficile da dire. Una cosa è essere fedeli al “capo”, un’altra è dover sopportare i repentini cambiamenti di umore del leader maximo del Pdl. Staremo a vedere.

Pare che il nuovo partito dovrebbe ispirarsi molto alla formula Grillo (verso il quale, Berlusconi non ha mai nascosto un certo fascino) con un organigramma snello, privo della vecchia nomenclatura politica, con uomini e donne giovani (quasi tutti quarantenni) e molto focalizzato verso internet e i vari social network. Il nome dovrebbe richiamare il vecchio e glorioso Forza Italia.

Daniela Santanchè, che per la verità non ha mai nascosto il suo “amore politico” per Silvio Berlusconi, si dichiara entusiasta per la sua decisione di rituffarsi nella bagarre politica e abbandonare quel ruolo di padre nobile che francamente poco gli si addiceva. “Non abbiamo nessuno di meglio di Silvio Berlusconi, da mesi dico che è il nostro candidato Premier” ha dichiarato a Radio 24. Lanciando un’apertura per un suo ruolo al fianco di Berlusconi: “Io non aspiro a nulla, ma il ticket con una donna sarebbe illuminante”. Addio Alfano anche per un eventuale ruolo governativo di primo piano secondo la Santanchè che lo liquida con un lapalissiano “E’ segretario del Pdl. Non stiamo parlando di pizza e fichi.” Cribbio si accontenti.

Berlusconi teme il Porcellum

Intanto, passando dal faceto al serio, pare che Berlusconi stia lavorando sotto traccia per cambiare la legge elettorale in senso più proporzionale, in modo da non perdere troppo terreno dai partiti di maggioranza in caso di sconfitta e mantenere un ruolo di primissimo piano nel caso che nel 2013 si formasse una grande coalizione capitanata ancora da Monti. Il Pd che dirà?

Le reazioni degli ex alleati Casini, Bobo Maroni e Bocchino

Non ci sono ancora reazioni ufficiali da parte dei vertici democratici, mentre Casini se l’è cavata con un laconico “Buon lavoro”. Ironico invece Roberto Maroni: “Scende in campo? Dove a San Siro?”

Indignato Italo Bocchino che aveva avuto parole di fuoco per Berlusconi già ai tempi della vicenda  “Montecarlo-Fini-Tulliani”. Così il vicepresidente di Fli: “Con l’ennesima discesa in campo in stile Forza Italia, Berlusconi ha dato il colpo di grazia al suo delfino Alfano ed ha rinviato di altri cinque anni la ricostruzione del centrodestra che ancora rappresenta l’area maggioritaria nel Paese. Non vincerà più le elezioni ma salverà i suoi cento pretoriani per difendere alcuni interessi. Passa il tempo ma non perde il vizio”.

Simone De Rosas
derosas.simone@gmail.com

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.