Aldo Silingardi, l’omicidio nella sua casa colonica di Correggio

Aldo Silingardi, l’omicidio nella sua casa colonica di Correggio

Copyright @ www.4minuti.it

REGGIO EMILIA, 10 LUGLIO – Un uomo di 78 anni, Aldo Silingardi, è stato ritrovato morto nella sua casa colonica di Fosdondo, frazione di Correggio (Re), con la testa fracassata.

L’atroce scoperta è stata fatta ieri sera verso le 20 dal genero del fratello dell’uomo, che era andato a fargli visita.

Al momento sono ancora tutte aperte le piste che possono condurre all’esatta ricostruzione dell’accaduto, ma la più battuta è quella di un tentativo di rapina finito male.

Aldo Silingardi, che aveva sempre lavorato come agricoltore, viveva solo nella sua casa di campagna; una persona mite con una vita tranquilla, il che porterebbe ad escludere che la sua uccisione sia legata a rancori personali o conti in sospeso.

LA RICOSTRUZIONE DELL’OMICIDIO DI ALDO SILINGARDI

Ieri sera verso le 20 il genero del fratello si era recato a fargli visita ma si è subito insospettito nel notare la porta di casa aperta. Poi, la tragica scoperta del corpo di Aldo disteso per terra con una profonda ferita alla testa.

Immediatamente intervenuti, i Carabinieri e il 118 non hanno potuto che constatare il decesso dell’uomo.

Sul posto sono arrivati anche il sostituto procuratore Maria Rita Pantani, che sta coordinando le indagini, e i Carabinieri del nucleo investigativo per i rilievi scientifici.

In attesa dei risultati delle indagini, lo stato in cui era ridotta la casa, completamente sottosopra, avvalorerebbe ancora di più l’ipotesi di una rapina sventata da Silingardi, che probabilmente ha sorpreso dei ladri nell’abitazione e ha tentato inutilmente di opporre resistenza o solo di spaventarli.

Ilaria Facchini
ilaria_facchini@hotmail.it

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.