Omicidio Maria Anastasi, Salvatore Savalli ha incastrato l’amante Giovanna

Omicidio Maria Anastasi, Salvatore Savalli ha incastrato l’amante Giovanna

TRAPANI, 10 LUGLIO – Altro colpo di teatro per Salvatore Savalli nel tentativo di sviare le indagini per l’omicidio di sua moglie, Maria Anastasi, la trentanovenne barbaramente uccisa mercoledì pomeriggio nella campagna trapanese.

IL COLPO DI TEATRO DEL MARITO E LE ACCUSE ALL’AMANTE

Savalli, dopo una serie di versioni discordanti che gli erano costate la richiesta di arresto, e che erano state prontamente smentite dai figli prima e dall’amante poi, oggi, durante l’interrogatorio per la convalida del fermo, ha messo a verbale degli investigatori un’accusa di omicidio contro l’amante, Giovanna Purpura.

Savelli avrebbe tentato di scaricare tutta la responsabilità dell’accaduto su di lei, sarebbe stata lei, in questa nuova variante a infierire con un piccone contro Maria Anastasi, prima di bruciarla. Quell’amante che lui aveva “accolto” in casa con la sua famiglia e che immediatamente dopo il suo arresto aveva raccontato ai carabinieri di aver assistito all’omicidio ad opera del’uomo senza però prendervi parte perché terrorizzata.

Al momento Giovanna Purpurea risulta indagata a piede libero. (E’ possibile però che gli inquirenti abbiano scelto di inserirla nel registro degli indagati per poter utilizzare nei suoi confronti una più vasta gamma di strumenti investigativi. ndr)

LE INDAGINI SULL’OMICIDIO DI MARIA

Mentre le indagini si ampliano, si aggrava la posizione di Salvatore Savalli per cui oggi il gip di Trapani Antonio Cavasino ha convalidato il fermo per omicidio e ne ha disposto la detenzione in carcere. Dal canto suo, la procura di Trapani dopo aver ipotizzato in un primo momento l’omicidio volontario aggravato, ora gli contesta l’accusa di omicidio premeditato con l’aggravante della crudeltà.

Il cambiamento dell’accusa sembra nasca dalle dichiarazione del figlio maggiore di Savalli che, interrogato, ha confermato di aver visto uscire di casa il padre con in mano una tanica di benzina, quella che avrebbe usato per tentare di distruggere il corpo di Maria Anastasi.

Simone De Rosas
derosas.simone@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.