Riforma della Legge elettorale, opportuna e non rinviabile

Riforma della Legge elettorale, opportuna e non rinviabile

ROMA, 10 LUGLIO – Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto pervenire ai presidenti di Camera e Senato una lettera in cui esprime la propria preoccupazione per la mancata presentazione da parte dei partiti di una o più proposte di riforma della legge elettorale, nonostante questi abbiano annunciato già da tempo di voler trovare un’intesa sull’argomento.

L’APPOGGIO DA PARTE DI SCHIFANI

Alla sollecitazione giunta dal Capo dello Stato, che ha definito la necessità di presentare in Parlamento proposte di riforma “opportuna e non rinviabile”, il presidente del Senato Schifani ha risposto dicendosi sottolineando l’urgenza di “colmare il distacco tra cittadini ed eletti che l’attuale normativa elettorale sembra invece accentuare” e assicurando che sottoporrà al più presto la questione all’attenzione della Conferenza dei capigruppo parlamentari.

FINI RIMBECCA IL PRESIDENTE DEL SENATO

Nella riposta del presidente della Camera Fini si legge invece una vena polemica nei confronti di Schifani, dal momento che questi aveva fatto intendere che l’esame delle proposte sarebbe partito da Palazzo Madama.

LE REAZIONI DEI PARTITI

Per Bersani “la riforma può essere fatta anche domani mattina”, ma il Partito Democratico si è detto contrario all’introduzione delle preferenze, dichiarandosi invece a favore di un sistema maggioritario.

Secondo Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera, “la sinistra vuole i collegi perché per essa sono più convenienti” e anche il leader dell’Udc Casini ha sottolineato la divergenza di opinioni tra il proprio partito e il Pd sul tema delle preferenze.

Emerge infine il malumore della Lega, a causa dei timori suscitati dalla possibilità che la coalizione sostenitrice del governo Monti metta fuori gioco i partiti all’opposizione tramite la fissazione di soglie di sbarramento restrittive.

Beatrice Amorosi
beatrice.amorosi@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.