Facebook è nulla senza controllo

Facebook è nulla senza controllo

Mark Zuckerberg attua l'ennesima rivoluzione sul suo social network Facebook

PALO ALTO, 27 GIUGNO – Tempo di rivoluzioni silenti per l’imperatore Mark Zuckerberg e il suo tanto blasonato Facebook, protagonista assoluto nell’evoluzione multimediale globale dei social network.

Non è la prima volta che gli utenti si trovino delle sorprese, molto spesso poco piacevoli, una volta effettuato il log-in. Tralasciando nello specifico i continui cambiamenti che Facebook porta in atto, vogliamo chiederci quali siano le cause e gli effetti volti all’obiettivo dell’abile croupier Zuckerberg.

Non è segreta la totale assenza di privacy che gli utenti lamentano, cosa che d’altronde, non caratterizza i surclassati ma sempre competitivi Twitter, Tumblr e il giovinetto Google+.

The World Within sta decisamente facendo un passo oltre l’età del ferro e i social network vogliono accaparrarsi più utenti,  pubblicità e servizi.

Gli sviluppatori di Facebook viaggiano sempre un passo avanti rispetto agli altri, soprattutto perché sanno che il modo migliore per farlo sia indirizzare le pecorelle, dove e quando dicono loro, attraverso il controllo. Controllo che avviene dall’interno dei profili, rappresentanti i nostri avatar, che identificano noi stessi e che ci rappresenteranno sempre di più d’ora in avanti.

Sembrano ormai non essere gli utenti che si interfacciano al mondo, è il mondo che apre una finestra dentro noi. Ci sarà poi niente di male?

Kevin Parrino

Leave a Reply

Your email address will not be published.