Cagnolina legata al paraurti e trascinata per due km: crudele punizione per aver rubato un’oca da fattoria

Cagnolina legata al paraurti e trascinata per due km: crudele punizione per aver rubato un’oca da fattoria

Villaggio di Berdyuzhe, Mosca. Giovedì 21 Giugno 2012, h. 12:28.

Una scena terribile lascia gli abitanti del villaggio di Berdyuzhe, in Russia, senza parole: una cagnolina legata al paraurti di un’auto bianca è stata trascinata in strada per circa due chilometri, senza alcuna pietà.

Linda, questo il nome della cagnolina, è stata “punita” per aver predato un’oca  dalla fattoria della famiglia Veremchuk:  il trentaseienne Oleg, allarmato dalla madre, irritata per la razzia dell’animale ai danni della sua oca, ha preso la cagnolina per la coda e, dopo averla legata al paraurti, come una lattina,  ha guidato con la madre fino alla Chiesa dove Linda era ospitata.

Un testimone che seguiva l’auto ha ripreso la scena e, invano, con suonate di clacson ha tentato di fermare la brutalità dell’’uomo alla guida; l’episodio, è stato subito segnalato alle autorità per crudeltà contro gli animali.

La cagnolina Linda è, ora, in cattive condizioni di salute, fanno sapere dalla Chiesa in cui è stata riaccolta e curata: ogni giorno riceve un’iniezione e un bendaggio dal veterinario.

La sua nuova padrona, Tatiana Stelmach riferisce: «Ha la pelle strappata, e aveva anche partorito di recente» e aggiunge : «Linda è un cane molto intelligente e mansueto, ma a volte si allontana e corre il rischio di cadere nelle mani di questi sadici».

I Veremchuks, madre e figlio, non sembrano mostrare alcun rimorso, non si dicono pentiti, anzi: «Perché dovrei esserlo? -ha ammesso Nina Veremchuk – Sono solo dispiaciuta per le mie oche, che valgono 200 rubli l’una (cioè 4,80 euro)».

Una deruba, generata, secondo natura, dall’ istinto di “predatore” di Linda non avrebbe meritato una simile punizione… nemmeno l’oca, se, per fantascienza, potesse ricomparire, forse, avrebbe reagito così.

Questa è solo un’altra riprova del fatto che non esiste animale più crudele dell’essere umano…

 

Maria Francesca Cadeddu

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.