Bologna, in fiamme il tetto della scuola materna Anna Frank. Rogo innescato, forse, da una sigaretta

Bologna, in fiamme il tetto della scuola materna Anna Frank. Rogo innescato, forse, da una sigaretta

Bologna, 19 giugno 2012, intorno alle 12.00. Fumo nero sul tetto della scuola materna Anna Frank di via Spartaco, zona Fossolo. Rogo innescato, forse, da una sigaretta. Tutti i bambini sono stati condotti sani e salvi fuori dalla scuola.

Sul tetto erano in corso d’opera dei lavori di controllo delle infiltrazioni, per conto del Comune. L’operaio che era lì presente riferisce che ad un certo momento, intorno a mezzogiorno, dalle lamiere ha cominciato a levarsi una spessa colonna di fumo.

Probabilmente a causare l’incendio un mozzicone di sigaretta lanciato da un operaio e finito sotto la lamiera del tetto dove era presente un fitto strato di foglie secche. «Prima avevo fumato, ma non lo so se è stato quello» ha ammesso un giovane operaio. Lo scopriranno gli accertamenti dei vigili del fuoco che hanno dovuto scoperchiare buona parte delle lamiere del tetto per spegnere il rogo. Intanto oggi la scuola materna e il nido vicino resteranno chiusi.

L’EVACUAZIONE E I SOCCORSI

I bambini della scuola materna, cinquantacinque, sono stati evacuati dalla scuola  e accompagnati dalle maestre nel cortile; poi, insieme ad altri settantacinque bambini del Nido adiacente, sono stati portati all’asilo comunale Spartaco poco lontano, dove hanno aspettato l’arrivo dei genitori. Le bidelle e le rappresentanti di classe hanno fatto sapere che i bimbi non si sono accorti di nulla e non si sono spaventati, anzi, hanno preso l’arrivo dei vigili del fuoco come un gioco. «Erano tutti tranquilli, non hanno avuto paura» ha detto Elisa Marcato, rappresentante-genitori della classe quattro anni.

Un operaio, procuratosi l’estintore dalle bidelle, ha tentato invano di spegnere da solo il rogo sul tetto. Allora sono stati chiamati i vigili del fuoco. Sul posto sono arrivati anche polizia e carabinieri. Nessun ferito né alcun intossicato; un’ ambulanza è stata chiamata per l’operaio.

LA CAUSA DELL’INCENDIO?

Il rogo  è partito a causa di una sigaretta o a causa dei lavori?  Sul tetto, in quel momento, c’erano due operai. L’operaio che stava eseguendo il lavoro ha detto di aver visto del fumo uscire dalle lamiere del tetto: ha provato a spostarle e si è accorto che sotto c’era un fitto strato di foglie secche incendiatesi e presenti su tutto il coperto. La causa potrebbe essere stata una sigaretta spenta male. «Prima avevo fumato, ma non lo so se è stato quello», ha ammesso il giovane operaio, che ha subito provato a spegnere le fiamme con l’estintore della scuola, salvo poi rendersi conto che era meglio chiamare i soccorsi.

Anche qualche altro motivo, magari legato ai lavori in corso d’opera sul tetto, potrebbe essere stata la causa dell’incendio. Questo lo chiariranno gli accertamenti dei Vigili del fuoco, che hanno dovuto scoperchiare buona parte delle lamiere del tetto per spegnere il rogo che ha creato una densa colonna di fumo sopra l’edificio.

Maria Francesca Cadeddu

Foto multimedia.quotidiano.net

Leave a Reply

Your email address will not be published.