Whitney Houston: la droga è la causa del suo annegamento

Whitney Houston: la droga è la causa del suo annegamento

ROMA, 24 MARZO – E’ passato oramai più di un mese dalla morte della star Whitney Houston, misteriosamente annegata in una vasca bagno di un lussuosissimo hotel di Beverly Hills.

A causare la morte della diva sarebbero state delle sostanze stupefacenti ingerite prima di rilassarsi con un bagno caldo.

La notizia arriva direttamente da Los Angeles ed è il risultato di lunghi ed accurati accertamenti portati avanti in questi mesi da parte del medico legale. Di fatti, proprio sul corpo di Whitney venne effettuata un’autopsia, i cui risultati solo oggi vengono comunicati e pubblicati su diversi quotidiani di gossip americani.

Non è una sorpresa scoprire che la star pop black facesse ancora usa di droghe, del resto come dimenticare il suo periodo di blackout legato proprio al consumo di cocaina e crack che l’avevano ridotta in condizioni davvero sconvolgenti. Sembrava essere riuscita a superare questo periodo con l’aiuto della famiglia, con un divorzio dal marito violento e con l’amore per la figlia e per la musica. Tutto questo non è servito a salvarla da una fine, per molti annunciata, ma che ha sconvolto il mondo della musica e non solo.

Nel corpo dell’artista, si legge nel comunicato medico, sarebbero state rinvenute diverse sostanze stupefacenti, come cocaina e marijuana, associate all’uso di farmaci.

L’artista è scomparsa lo scorso 12 Febbraio all’età di 48 anni nel giorno prima dei Grammy, gli Oscar della Musica, che lei stessa ha più volte vinto durante la sua carriera.

Emanuele Ambrosio

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.