Marcello Dell’Utri avrà un nuovo processo. Il caso giudiziario

Cassazione annulla condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

Marcello Dell’Utri avrà un nuovo processo. Il caso giudiziario

PALERMO, 10 MARZO – Marcello Dell’Utri avrà un nuovo processo, così ha deciso la Corte di Cassazione rigettando le richieste dell’accusa di un inasprimento della pena e accogliendo parzialmente il ricorso dei difensori del Senatore del PDL. Dell’Utri soddisfatto dell’esito.

Marcello Dell’Utri è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo la tesi dell’accusa avrebbe fatto da tramite tra Cosa nostra e Silvio Berlusconi, fin dagli anni ’70 ed anche durante e dopo la discesa in campo del Cavaliere. Secondo Iacovello invece «manca il capo di imputazione nella condotta di Dell’Utri perché, secondo la Corte d’Appello, si sarebbe realizzato il concorso semplice fino al 1982, poi sarebbe diventato concorso esterno fino al 1992. Che tesi è? Sareste i primi a sostenerla». Il Procuratore generale ha poi aggiunto: «il concorso esterno in associazione mafiosa è diventato un reato autonomo. A questo reato non ci crede più nessuno. E non ne faccio una questione a favore dell’imputato» ha sottolineato il PG.

Dell’Utri si è detto soddisfatto dell’annullamento, ma è nato un piccolo caso. Secondo fonti vicine al Senatore, Dell’Utri stava attendendo l’esito del processo a Milano, ma da Il Fatto Quotidiano fanno sapere che hanno tentato di contattare telefonicamente l’imputato e al suo numero di cellulare avrebbe risposto una voce che diceva “por favor marque de nuevo”, il che significa che il Senatore non si trovava affatto a Milano, ma in un paese dove si parla lo spagnolo.

Luca Bresciani

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.