Bossi su Monti, la condanna da parte del mondo politico

Bossi su Monti, la condanna da parte del mondo politico

PIACENZA, 6 MARZO – Bossi in grande spolvero spara a zero sul Governo e su Berlusconi. «Monti rischia la vita, il nord lo farà fuori», ha detto il leader leghista a Piacenza prima di un comizio.

Dal mondo politico le repliche non hanno tardato ad arrivare. L’On. Francesco Boccia del PD ha parlato di squilibrio psichico. «Le dichiarazioni incommentabili di Umberto Bossi sul presidente Monti», ha proseguito Boccia, «non lasciano spazio alcuno a considerazioni di tipo politico. Il signor Umberto Bossi è chiaramente incapace di intendere e di volere».

Vendola, dal canto suo, punta il dito contro il linguaggio, facendo emergere un problema vero da non sottovalutare. «Bisogna smetterla di considerare folklore l’uso di un linguaggio violento e intollerante da parte del leader leghista», ha affermato il Presidente di SEL, «tanto più si manifesta la differenza di opinioni con il premier Monti, tanto più alto deve essere il rispetto della persona. A Monti va tutta la nostra più sincera e convinta solidarietà».

Il capo gruppo IDV alla Camera, On. Donadi ha commentato: «Bossi parla come un terrorista. La violenza verbale del leader leghista ormai ha raggiunto vette pericolose e non basta giustificarlo perché non sta bene». Donadi ha auspicato una presa di distanza da parte dello stato maggiore della Lega nei confronti di simili esternazioni.

Condanna da parte del mondo politico.

Luca Bresciani
Redazione Focus

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.