Lucio Dalla, Bologna piange una delle stelle più belle mai esistite

Lucio Dalla, Bologna piange una delle stelle più belle mai esistite

BOLOGNA, 1 MARZO – Piange nuovamente il mondo della musica. Questa volta viene a mancare una delle stelle più belle mai esistite nel firmamento musicale italiano.

Stamattina a soli 68 anni si è spento Lucio Dalla. A stroncarlo un infarto.

Il suo cuore, creatore pulsante di versi, parole, poesie che ricorderemo per sempre non ha retto. Proprio lui è venuto meno. L’ha lasciato, abbandonato in Svizzera, lontano dalla sua amata Bologna, la città che gli diede i natali e che oggi suona a tutto volume canzoni come “Caruso” o “Anna & Marco”. Come in quelle storie dal finale a sorpresa, come una delle sue più eccentriche e estrose canzoni, Lucio se ne andato via, senza preavviso. Senza batter ciglio. Di lui ci resta la sua musica, patrimonio culturale di un’Italia sempre più povera dal punto di vista artistico.

In un’epoca in cui la parola “artista” è tra le più inflazionate, utilizzata molto spesso per definire persone che di artistico hanno ben poco ( se non niente), sarebbe riduttiva per descrivere il talento e l’unicità di Lucio Dalla. Voglio ricordarlo come un semplice uomo, un genio capace di creare, scrivere e raccontare pagine di un’Italia che non ci sarà più.

“Caruso” è in assoluto la canzone più bella che sia mai stata scritta e cantata in Italia e dobbiamo dire “grazie” solo a lui per avercela gentilmente donata.

Un dono che ancora oggi mi riempie il cuore di lacrime e malinconia.

Quella stessa malinconia che oggi pervade tutte le persone che sono state sfiorate o toccate dalla sua maestria.

In una famosa canzone cantava “ma dimmi tu dove sarà, dove è la strada per le stelle”…sono certo che oggi, seppur troppo presto, ha trovato la risposta che cercava.

Buon viaggio Lucio!

Emanuele Ambrosio

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.