Crisi Inter: come uscirne?

Crisi Inter: come uscirne?

FC Inter Claudio Ranieri

MILANO, 20 FEBBRAIO – Il fatto che l’Inter stia vivendo un periodo poco felice dal punto di vista dei risultati e, di conseguenza, dell’umore, è sotto gli occhi di tutti. Colpisce come questa squadra, da sette anni a questa parte abituata a vincere, non sia più in grado di farlo. C’è stata una vistosa involuzione rispetto al filotto che aveva riportato l’Inter a ridosso delle prime squadre della classifica, dal punto di vista del gioco e dei risultati.

In questo campionato, fino ad ora, la squadra nerazzurra è stata altalenante: infatti, ad un inizio disastroso, culminato con la sconfitta dal neo-promosso Novara, è seguito un periodo molto fruttuoso, condito, tra le altre, dalla prestigiosa stracittadina di Milano. Un punto di vista interessante per cercare di capire l’improvvisa, e inaspettata debacle è quello inerente alla rosa, troppo vecchia, troppo spremuta, e non più in grado di reggere il ritmo delle 2 partite a settimana.

E’ importante fare quest’analisi alla vigilia di uno snodo fondamentale della stagione: gli ottavi di  finale di Champions League contro i francesi dell’Olimpyque Marsiglia di Deshamps.

L’allenatore Claudio Ranieri riflette sulla necessità di rinvigorire l’ambiente, in questo momento in piena crisi e non in grado di reagire e di prendere delle decisioni importanti in merito, che diano un segnale importante. D’altra parte non può sottrarsi ad una analisi del periodo negativo. Urge un approfondimento.

Un primo pensiero è dedicato alla sessione di mercato appena trascorsa caratterizzata da un mancato acquisto e dall’importante cessione dell’italo-brasiliano Thiago Motta, importante perno del centrocampo meneghino, andato a rinforzare le fila dell’agguerrita squadra francese del Paris Saint – Germain  guidata dall’italiano Carlo Ancelotti. Dice Claudio Ranieri: “L’ho detto che mi sarebbe piaciuto l’esterno, ma se non è stato possibile, non è stato possibile. Thiago Motta voleva andarsene …”. Insiste poi sul concetto che oramai non fosse più possibile trattenerlo, in quanto il calciatore aveva già espresso il desiderio di cambiare aria.

Anche Sandro Mazzola, vecchia bandiera nerazzurra, su Radio Rai ha parlato della crisi dell’Inter sostenendo che, in questo momento sia importante concentrarsi sulla Coppa. E’ convinto, il vecchio campione, che molti dei risultati negativi derivino da un modulo inadeguato e dall’età degli interpreti. Il concetto più importante, tuttavia, parlando del mercato, che ha giudicato sbagliato in quanto” L’Inter ha tentato di ringiovanire la rosa, ma i ragazzi comprati o sono stati utilizzati poco o non sono all’altezza: Alvarez, per non parlare di Coutinho…”.

Cristiano Biasotto

Leave a Reply

Your email address will not be published.