Afghanistan: incidente mortale per tre militari di stanza a Forlì

Afghanistan: incidente mortale per tre militari di stanza a Forlì

Tre militari italiani morti in Afghanistan

KABUL, 20 FEBBRAIO – Ancora militari italiani morti nella missione in Afghanistan. Questa volta le vittime sono tre ragazzi di stanza a Forlì che appartenevano al 66/o Reggimento aeromobile “Trieste”, composto da circa 400 unità, ed erano partiti a settembre dell’anno scorso per rientrare a marzo di quest’anno.

I tre militari hanno perso la vita questa mattina in un incidente stradale avvenuto nell’area di Shindad, nella regione ovest dell’Afghanistan, mentre si stavano recando in soccorso ai commilitoni rimasti bloccati in un’area remota.

L’ennesima tragedia è avvenita quando i militari stavano attraversando un corso d’acqua ed il mezzo sul quale viaggiavano si è ribaltato intrappolandoli al suo interno. Tre sono deceduti immediatamente ed un quarto è rimasto ferito.

Subito sono giunte le condoglianze sia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sia del capo del Governo Mario Monti. Dopo questo ennesimo incidente è opinione comune che sarà accelerata la fine della missione italiana in Afghanistan.

I tre militari morti sono : il caporal maggiore capo Francesco Currò, nato il 27 febbraio 1979 a Messina, il primo caporal maggiore Francesco Paolo Messineo, nato il 23 maggio 1983 a Palermo, e il primo caporal maggiore Luca Valente, nato l’8 gennaio 1984 a Gagliano del Capo (Lecce).

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.