Costa Concordia: il relitto si muove verso gli abissi

Costa Concordia: il relitto si muove verso gli abissi

ISOLA DEL GIGLIO, 8 FEBBRAIO – Ancora novità sulla Costa Concordia, i resti della nave si stanno spostando.

Due giorni dopo il naufragio sono stati installati alcuni strumenti sofisticati sulla collina dell’Isola del Giglio, proprio davanti al relitto, per misurare lo spostamento della nave.

Ad oggi i risultati hanno constatato che i resti del transatlantico si sono spostati di 60 centimetri, e la nave si sta quindi avvicinando pericolosamente ad uno scalino dove l’acqua diventa improvvisamente profonda, circa 70 metri, e rende quasi impossibile recuperare il relitto.

Il commissario per l’emergenza Franco Gabrielli ha dichiarato che per recuperare ciò che resta della Costa Concordia occorrono dai 7 ai 10 mesi e chiunque prometta tempi inferiori dice solo sciocchezze.

L’armatore Costa per risolvere il problema ha bandito una gara internazionale per trovare una ditta super specializzata per recuperare la nave nel tempo più breve possibile.

Continuano intanto le operazioni per svuotare i serbatoi della Costa Concordia che contengono ben 2.400 tonnellate di combustibile, l’impresa è resa difficile dalle avverse condizioni del tempo e dalla necessità di evitare pericolose perdite di carburante in mare. I super-esperti devono estrarre il carburante e nello stesso tempo riempire i serbatoi con l’acqua per evitare movimenti anomali del relitto.

Costa Concordia: Francesco Schettino e Domnica, naufragio d’amore

+ Costa Concordia: confermati gli arresti dominciliari per Schettino, svelato il rapporto con Domnica
+ Costa Concordia: Francesco Schettino rischia 2697 anni di carcere. Risposta quasi ridicola
+ Costa Concordia: parla Domnica l’amante del comandante “sì sono innamorata di Schettino”
+ Costa Concordia: il video inedito di Domnica Cemortan, l’amante di Schettino

Leave a Reply

Your email address will not be published.