Bologna, muore Francesco Galgano: Alma Mater in lutto

Bologna, muore Francesco Galgano: Alma Mater in lutto

BOLOGNA, 7 febbraio – E’ morto ieri, a 79 anni, il Professore Francesco Galgano. Il ricordo dell’Uomo emoziona la Città che tra i messaggi commossi di colleghi e studenti si appresta a dare il suo ultimo saluto a uno dei più grandi contemporanei del Diritto.

Come Irnerio fu importante per la nascita dello studio giuridico dell’Alma Mater Studiorum bolognese, così lo è stato il Prof. Francesco Galgano per gli sviluppi contemporanei dell’Ateneo.

Il paragone non è figlio di una piaggeria spicciola e adulatoria, ma si poggia su fatti oggettivi

Il suo nome, almeno per quanto riguarda gli studenti di Bologna, rappresentava IL Diritto Privato: chiunque abbia sostenuto l’esame lo ha fatto prendendo in mano il suo volume.

Allievo di Walter Bigiavi e Giuseppe Branca, dopo aver conseguito la laurea diventa prima Professore straordinario di Diritto Commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trieste (1964-1966), per poi passarne ad essere Professore ordinario presso nella Facoltà di Economia e Commercio dell’UniBO. Nel 1972, poi, approdò definitivamente alla Facoltà di Giurisprudenza come Professore ordinario di Diritto Privato e di Diritto Civile fino al 2008.

Non meno gloriosa la sua carriera da Avvocato. Si occupa del Monte dei Paschi di Siena, difende i vertici Fiat in un difficile processo per “falso in bilancio”; segue l’Aga Khan nella costruzione giuridica del Consorzio Costa Smeralda oltre a fare da consulente a Silvio Berlusconi nella scalata alla Mondadori.

Inoltre negli anni ’90, grazie alla sua fama accademica, fu nominato dal Ministro Giulio Tremonti membro del Comitato per le privatizzazioni e successivamente e, nel 2000, Presidente della Commissione di studio sulla trasparenza finanziaria.

Fu anche autore prolifico ed il suo ultimo libro “L’Italia come società e come Stato. Un’identità culturale”, scritto a sei mani con i Professori Gualtiero Calboli e Giovanni De Vergottini, ancora non è uscito il libreria.

Dice di lui il De Vergottini : « Era uno dei più grandi esperti di diritto commerciale e privato al Mondo».

Raffaele Sebastiano Rosa

Leave a Reply

Your email address will not be published.