Delitto Manca: la pizza per la moglie uccisa, messinscena del marito omicida

Delitto Manca: la pizza per la moglie uccisa, messinscena del marito omicida

Omicidio Venezia, è il marito l'assassino di Lucia Manca

VENEZIA, 2 FEBBRAIO – Se volete, la messinscena poteva essere geniale per la mente bacata di un omicida. Ammazza la moglie, la fa sparire e poco dopo arriva a casa con due pizze fumanti dicendo a voce alta ai vicini: “io e mia moglie questa sera ci mangiamo una pizza in casa”.

Peccato che mentre da giorni le forze dell’ordine stavano cercando la donna sparita, l’omicida sussurrasse alla sua amante Cristina al telefono: “ora non ci sono più ostacoli alla nostra relazione”.

Sì perché l’uomo, Renzo Dekleva, 53 anni, informatore farmaceutico di Marcon provincia di Venezia, era stato sospettato da subito dagli inquirenti che avevano messo il suo telefono sotto controllo. Ora Dekleva si trova in carcere accusato dell’uccisione della moglie Lucia Manca di professione bancaria a Marcon.

I famigliari di Lucia erano a conoscenza dei problemi dei due coniugi da quando la moglie aveva scoperto che il marito aveva un’amante ma mai avrebbero pensato ad un omicidio.

E ancora una volta, come per ogni storia che si rispetti, un ruolo importante lo ha l’amante, o meglio l’ex amante, perché Cristina ha dichiarato: “è vero, avevo una relazione con Renzo, ma ora che è diventato un omicida non voglio più avere niente a che fare con lui.”

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.