Terremoto Parma: sciame sismico in atto, danni ingenti alla Reggia di Colorno. Ultime notizie e testimonianze

Terremoto Parma: sciame sismico in atto, danni ingenti alla Reggia di Colorno. Ultime notizie e testimonianze

PARMA, 27 GENNAIO – Sono in atto diverse scosse di assestamento, le cosiddette ‘repliche’, al sisma che ha oggi pomeriggio ha colpito la provincia parmense. 5.4 – 3.2 – 2.6   l’intensità in gradi Richter dello sciame sismico registrato dai sismografi dell’Ingv.

Pochi minuti fa abbiamo contattato telefonicamente Luca Cari, ufficio stampa dei Vigili del Fuoco di Parma: “Per il momento non abbiamo richieste di soccorso. Sono centinaia le notizie giunte ai centralini del 115 da tutto il nord Italia e, addirittura, da Ancona. Sono solo richieste di informazione, ma le nostre squadre sono già uscite per tutte le verifiche del caso. Nella città di Parma registriamo al momento solo qualche tegola caduta e dei danni alla Reggia di Colorno. Da Berceto e Corniglio non sono arrivate ancora comunicazioni”.

LA TESTIMONIANZA – Il direttore della Gazzetta di Parma a TgCom24: “Non siamo abituati ad avere due terremoti in soli due giorni. La gente è molto spaventata. E’ stata una scossa più breve rispetto a quella di mercoledì, è durata cinque secondi anziché 10, ma molto più forte come hanno rilevato i sismografi dell’Ingv. Sono caduti carnicioni, mentre alcune crepe si sono sviluppate nei palazzi storici. Danni più ingenti a Colorno, dove la Reggia era stata fortemente danneggiata due giorni fa”. Poi conclude: “Sono usciti tutti dagli uffici e dalle case, per il timore di altre scosse”.

DANNI ALLA REGGIA DI COLORNO – Danni strutturali ingenti ha registrato la Reggia di Colorno, patrimonio storico del Parmense, già lesionata nel terremoto di due giorni fa. Le statue cadute dalla facciata al suolo sarebbero almeno tre, così come delle balaustre di balconate già danneggiate dal precedente sisma. Ora i tecnici dei vigili del fuoco e della protezione civile stanno verificando le volte e i solai per capire se ci sono lesioni profonde.

+ SPECIALE TERREMOTO IN EMILIA: Tutte le notizie

Redazione

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.