Sciopero Tir: domiciliari ad Alessandria per la camionista che ha ucciso Crepaldi

Sciopero Tir: domiciliari ad Alessandria per la camionista che ha ucciso Crepaldi

ASTI, 27 GENNAIO – Si torna a parlare della protesta dei Tir che sta bloccando l’Italia da qualche giorno, e ci si concentra ancora un volta sulla tragedia del camionista Massimo Crepaldi, 46 anni, ucciso tre giorni fa da un Tir guidato dalla camionista tedesca Jiuttakarin Weckerle di 52 anni.

La Weckerle stava cercando di superare il posto di blocco che gli autotrasportatori per protesta avevano instaurato ad Asti quando ha travolto l’uomo con il proprio camion.

Oggi è arrivata la decisione del gp Leonardo Bianco di dare per ora gli arresti domiciliari alla camionista tedesca, che li sconterà in una località segreta nei pressi di Alessandria, poiché la donna non può essere accusata di omicidio volontario ma solo di omicidio colposo.

Secondo Bianco infatti nello svolgersi dell’incidente la Weckerle non ha avuto un comportamento compatibile con l’omicidio volontario ma, al contrario, dopo aver investito Crepaldi si è subito fermata ed ha atteso l’arrivo della polizia.

Nonostante le disposizioni del gp coumunque la procura può riservarsi di chiedere di portare in giudizio la Weckerle per omicidio volontario con dolo eventuale.

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.