Costa Concordia: trovati altri due corpi mentre cresce l’allarme ambientale

Costa Concordia: trovati altri due corpi mentre cresce l’allarme ambientale

Costa Concordia

ISOLA DEL GIGLIO, 24 GENNAIO – Si continua a parlare della tragedia della Costa Concordia, e mentre proseguono le ricerche degli dispersi, che ad secondo il commissario Gabrielli sono ancora 23, oggi arrivano purtroppo le notizie di due nuovi corpi che hanno perso la vita quel tragico 15 gennaio.

Il primo è di Maria, una giovane sposa di Biella che gestiva una tabaccheria con la cognata mentre il martio ed il fratello facevano i piastrellisti. Dopo aver visto in tv la pubblicità delle favolose crociere, gli suoceri avevano deciso di offrire a Maria ed al marito proprio una bella crociera sulla Costa Concordia. Così la giovane coppia ed i due anziani, che non erano mai saliti su una nave, sono partiti con grande entusiasmo ed il sano timore della prima volta.

Ma Maria non sapeva nuotare, è sparita dopo la tragedia e solo ieri mattina è stato recuperato il suo corpo. Il giovane marito, l’unico che si è salvato, non riesce a darsi pace. Quando si sono buttati in acqua al momento del naufragio, lui ha pensato di soccorrere i vecchi genitori che gli sembravano i più deboli, ha visto Maria aggrappata ad un oggetto e pensava che qualcuno l’avrebbe aiutata. Non poteva di certo immaginare il tragico epilogo.

Anche il secondo cadavere recuperato appartiene ad una donna, apparentemente anziana e con addosso ancora il giubbotto salvagente, ed è tato trovato grazie al varco aperto sul ponte 3 del transatlantico. Purtroppo ancora la donna non è ancora stata identificata.

L’ALLARME AMBIENTALE

Intanto cresce anche l’allarme ambientale sui mari che circondano il Giglio, è stata infatti avvistata una grande chiazza d’olio, 300 metri per 200, che dal fondo del mare starebbe ora risalendo in superficie.

E mentre l’Arpat, l’Agenzia regionale di protezione ambientale della Toscana, ha già lanciato l’allarme ed ha subito prelevato dei campioni per analizzare la chiazza, il capo della Protezione civile Franco Gabrielli ha dato il via libera all’operazione di svuotamento dei serbatoi della Concordia.

+ LO SPECIALE SUL NAUFRAGIO DELLA COSTA CONCORDIA: Tutte le notizie

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.