Bryce: il bimbo di 9 mesi dimenticato dalla mamma in auto

Bryce: il bimbo di 9 mesi dimenticato dalla mamma in auto

RICHMOND, 23 GENNAIO – Si torna a parlare di una delle tragedie che ha sconvolto l’america quattro anni fa, la terribile storia di Lyn Balfour che dimenticò il figlio di 9 mesi dentro la propria macchina causandone così la morte.

La Balfour oggi, intervistata dal Guardian, ricostruisce quello che è successo il maledetto giorno in cui ha dimenticato il suo piccolo nell’auto: “Bryce..aveva nove mesi e da qualche giorno era raffreddato e piangeva di notte” inizia Lyn, “Di solito lasciavo Bryce a casa della babysitter prima di andare in ufficio, ma quel giorno ho accompagnato al lavoro anche mio marito, perché la sua macchina l’aveva presa mia sorella. Sistemavo sempre Bryce nel suo seggiolino, dietro il sedile del passeggero. Quella mattina invece avevo spostato il seggiolino alle mie spalle..” continua poi raccontando meticolosamente tutto ciò che è avvenuto la mattina della disgrazia.

Un cambiamento di programma della mamma di Bryce che è costato la vita al piccolo, sì perché quel giorno Bryce, diversamente dal solito, sonnecchia nel suo seggiolino dietro Lyn che così dimentica completamente la sua presenza mentre riceve alcune chiamate di lavoro e parcheggia l’auto convinta di aver lasciato il bimbo dalla baby-sitter come tutte le altre volte.

Ma quando la mamma capisce il suo errore, torna alla macchina correndo come un pazza in preda al panico ma è troppo tardi: “Bryce era nel suo seggiolino..Aveva gli occhi chiusi, non dava segni di vita” ricorda Lyn, quindi toglie il figlio dall’auto e prova a rianimarlo, chiama i soccorsi ma ormai è morto.

Una storia terribile dovuta a quelli che si chiamano “ricordi falsi”, cioè ricordi di cose che non sono avvenute ma che sembra si siano verificate solo perché solitamente si ripetono ogni giorno.

Francesca Barzanti

APPRFONDIMENTI  Blue Monday: perché è il giorno più triste dell’anno

Leave a Reply

Your email address will not be published.