Bologna: ventitreenne si suicida. I genitori: Facebook ha ucciso nostro figlio

Bologna: ventitreenne si suicida. I genitori: Facebook ha ucciso nostro figlio

BOLOGNA, 22 GENNAIO – Un ventitreenne di Calvizzano si è tolto la vita lanciandosi da una finestra. La tragedia si è consumata in un giorno come tanti. Il ragazzo si era recato dalla nonna per pranzare con lei, ad un certo punto le ha detto “Vado in bagno” ma da lì non è più tornato.

La donna, insospettita dall’eccessiva assenza del nipote, ha cominciato a cercarlo in casa e, quella finestra spalancata le ha svelato la terribile verità.

I genitori, stravolti dalla perdita improvvisa del loro “bambino”, composti nel loro dolore, hanno dichiarato: “Nell’immensa sofferenza che stiamo vivendo ci preme sottolineare come ormai i social network abbiano preso il posto della famiglia. In particolare in quei giovani dal carattere introverso come poteva essere nostro figlio che peraltro non ci ha manifestato apertamente alcun malessere psicologico. I messaggi e gli sfoghi nelle bacheche virtuali di un amore interrotto, i link, le chat, gli sms agli amici, hanno preso il posto di quelle sane discussioni con i genitori”.

La mamma e il papà di questo ventitreenne, dunque, sono convinti che la causa della morte di loro figlio sia da rintracciare nell’uso eccessivo dei social network che lo avrebbero allontanato dalla famiglia; solo entrando in quel mondo virtuale sono riusciti a comprendere il profondo malessere interiore vissuto dal loro “piccolo”, malessere che lo ha spinto a compiere l’insano gesto.

La fine di un amore durato ben due anni e il desiderio irrealizzabile di riconquistarlo: ecco le motivazioni per cui questo giovane di Calvizzano ha rinunciato al dono della vita.

Il messaggio che i genitori si sono sentiti di rivolgere ai giovani è il seguente: “ Usate i social network con estremo distacco. Non sostituiteli a un abbraccio, a una stretta di mano, a uno sguardo, alle parole vere. A un sorriso o una carezza che possono donare solo un papà, una mamma”.

I funerali si celebreranno domani a Crevalcore nella chiesa parrocchiale di San Silvestro in piazza Malpighi. La messa sarà seguita dalla cremazione e dalla tumulazione del giovane nel loculo insieme al suo adorato nonno a cui ha dedicato belle parole negli ultimi giorni della sua vita.

Anna Filannino

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.