Costa Concordia: la nave si muove, stop alle ricerche. Schettino ai domiciliari

PORTO SANTO STEFANO, 18 GENNAIO – La nave si muove, stop alle ricerche. Si sono dovute interrompere le ricerche all’interno del Costa Concordia per un’oscillazione verticale e orizzontale del relitto pari a 8 cm. Il bilancio ufficiale è di 11 morti e 23 dispersi. In giornata le prime autopsie sui corpi. Allarme ambientale per il carburante che va recuperato al più presto.

+ APPROFONDIMENTO Tutte le notizie sulla tragedia del Costa Concordia

In questo momento alcuni soccorritori stanno trasportando una barella, ma non è chiaro se sia stato individuato un altro cadavere all’interno del transatlantico. Fotografi e vigili del fuoco circondano la motovedetta.

Naufragio Costa Concordia

E’ agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Sorrento Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia. L’uomo ha fatto ritorno nella sua città natale la scorsa notte, scortato dalla polizia penitenzaria. Schettino ha dichiarato ieri al gip che era impossibile risalire sulla nave. Disposti dalla Procura maremmana i test su alcol e droga. Attesa alle 13.30 la conferenza stampa dei suoi legali a Grosseto.

La telefonata tra Schettino e De Falco sta facendo il giro del mondo dividendo l’opinione pubblica tra giustizialisti e garantisti.

Redazione

APPRFONDIMENTI  Blue Monday: perché è il giorno più triste dell’anno

Leave a Reply

Your email address will not be published.