Costa Concordia, ore di angoscia per la sorte di William Arlotti e della figlia Dyana

RIMINI, 16 GENNAIO – Il naufragio della Costa Concordia, una tragedia inaspettata, un trauma per i tantissimi che nella notte del 15 gennaio ce l’hanno fatta a toccare miracolosamente le coste dell’Isola del Giglio, ed un vero incubo per i parenti di coloro ancora dispersi che attendono con ansia notizie.
Fra le tante testimonianze c’è anche quella di Susy Albertini di Rimini, madre inconsolabile della piccola Dyana che è annoverata assieme al padre fra i dispersi della Costa Concordia.

Quello che Susy sta vivendo è un vero incubo ad occhi aperti, la figlia infatti, imbarcatasi con l’ex marito dell’Albertini, William Arlotti di 34 anni, dopo la tragedia non è più stata rintracciata: lei ed il papà infatti non sono più tornati a Rimini e risultano ad oggi ancora dispersi.

+ Speciale Costa Concordia:  Tutte le notizie sul Titanic italiano

Ce l’ha fatta invece Michela Maroncelli, nuova compagna del padre di Dyana, che tornata a Villa Verucchio ha raccontato gli ultimi minuti che ha trascorso con Arlotti e la figlia: “Dal ponte che si è sollevato non si potevano più calare le scialuppe, allora ci siamo spostati verso il ponte che stava per sommergersi. Sono salita su una scialuppa, nel caos ho perso contatto con William. L´ho visto che stava facendo fatica a salire una scala, là nel buio..Non ho più visto né William né la bimba mentre mi allontanavo dalla nave”

Una ricostruzione davvero drammatica che la stessa Susy ha scoperto solo leggendola sul quotidiano locale La Voce di Romagna, ora non le resta che sperare, totalmente sotto shock, nell’arrivo di notizie positive. Intanto instancabile continua a chiamare al cellulare dell’ex marito ma senza avere nessuna risposta, come nulle sono le risposte dei Carabinieri, della Marina e della Prefettura di Grosseto che purtroppo, mente il numero ufficiale delle vittime è salito a 6, non hanno ancora rintracciato la piccola Dyana ed il papà.

Francesca Barzanti

One Response to "Costa Concordia, ore di angoscia per la sorte di William Arlotti e della figlia Dyana"

  1. Barbara  2012/01/16 at 17:19

    Preghiamo affinchè la piccola Dyana ed il suo papà possano farcela!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.